Economia

Riordino province: la BAT ha le ore contate, Brindisi e Taranto insieme

Potrebbe salvarsi in extremis la “Barletta-Andria-Trani”, se dovesse essere accolta la proposta di un’estensione a 500mila abitanti con l’aggiunta di Molfetta e Bitonto

La Barletta-Andria-Trani

Il riordino delle province, tra tagli e accorpamenti, è agli sgoccioli. La spending review, tanto amata quanto odiata, ridisegnerà di fatto la geografia politica, sociale ed economica dell’Italia.

In Puglia il quadro sembra ormai definito, con Bari città metropolitana e le province di Brindisi, Taranto e Bat costrette alla resa dei conti. Questo perché le province con meno di 350mila abitanti o un’estensione inferiore ai 2mila e 500 km quadrati non potranno più esistere.

Si va quindi verso l’accorpamento della BAT con Foggia, ad eccezione però di alcuni comuni che dovrebbero far parte della città metropolitana di Bari. E verso l’unione di Brindisi con Taranto.

Ma potrebbe salvarsi in extremis la “Barletta-Andria-Trani”, se dovesse essere accolta la proposta di un’estensione a 500mila abitanti con l’aggiunta di Molfetta e Bitonto.

Il tema verrà affrontato oggi in consiglio regionale.

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riordino province: la BAT ha le ore contate, Brindisi e Taranto insieme

FoggiaToday è in caricamento