menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pietramontecorvino

Pietramontecorvino

Pietramontecorvino entra nel direttivo de “I Borghi più belli d’Italia”

Il sindaco Rino Lamarucciola nell'organismo decisionale della rete fondata dall'Anci. Risultato conseguito grazie all'intesa tra i cinque comuni foggiani appartenenti al Club

D’ora in poi anche la Capitanata sarà rappresentata nell’organismo decisionale dei “Borghi più belli d’Italia”. Durante l’assemblea annuale del Club istituito dall’Anci, infatti, è stato ufficializzato l’ingresso di Rino Lamarucciola, sindaco di Pietramontecorvino, nel consiglio direttivo. Un risultato conseguito grazie all’intesa tra i cinque comuni della provincia di Foggia (Alberona, Bovino, Pietramontecorvino, Roseto Valfortore e Vico del Gargano) che fanno parte della rete dei “Borghi più belli d’Italia”.

L’ingresso nel consiglio direttivo è stato deciso anche in previsione dello svolgimento sui Monti Dauni, dal 6 al 9 settembre 2012, del Festival de I Borghi più belli d’Italia.

In quattro giorni, le delegazioni provenienti da 10 paesi del Mondo e da oltre 100 comuni italiani saranno accolte a Pietramontecorvino, Alberona, Roseto Valfortore e Bovino dove si svolgeranno eventi, educational tour, il Meeting Internazionale del Turismo Associato, workshop e gli Stati Generali del Turismo Sociale in Italia.

Si tratta della settima edizione, un avvenimento capace di catalizzare l’attenzione degli operatori internazionali del business legato alla scoperta e alla valorizzazione di nuove destinazioni turistiche.  

La Puglia, con nove borghi detiene il primato del Sud. La Capitanata, con cinque comuni premiati, è giudicata tra le province italiane con l’entroterra più interessante.

Nell’Apulia che eccelle, inoltre, c’è un altro record: il maggior numero di Borghi più belli d’Italia, in tutto il Mezzogiorno, è appannaggio proprio dei Monti Dauni col marchio amaranto a svettare sugli ingressi di Alberona, Bovino, Pietramontecorvino e Roseto Valfortore.

Il club è nato nel marzo 2001 su impulso della Consulta del Turismo dell'Associazione dei Comuni Italiani. Per esservi ammessi, i Comuni devono rispondere a una serie di requisiti che attengono anche alla vivibilità del borgo in termini di attività e di servizi al cittadino.

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento