Domenica, 26 Settembre 2021
Economia

Una foresteria al posto del Cara, la Regione Puglia pronta ad acquisire l'area per installare i primi 50 moduli

La Giunta ha approvato oggi lo schema di concessione in uso della zona che dà la possibilità di accedere per avviare l’esecuzione dei lavori. Si tratta di un atto previsto dal protocollo d'intesa per la riconversione del Centro di accoglienza di Borgo Mezzanone

Nell'ambito del protocollo d'intesa per la riconversione del Centro di accoglienza per richiedenti asilo di Borgo Mezzanone in foresteria regionale, firmato lo scorso 24 maggio in Prefettura a Foggia, la Giunta regionale ha approvato oggi lo schema di concessione in uso della zona che dà la possibilità alla Regione di poter accedere all’area per avviare l’esecuzione dei lavori finalizzati alla installazione dei primi 50 moduli abitativi, in attesa dello stanziamento delle ulteriori risorse finanziarie necessarie alla installazione di altrettanti moduli. 

La Prefettura di Foggia, in qualità di assegnatario in uso governativo e conformemente al nulla osta rilasciato dall’Agenzia del Demanio, cederà alla Regione Puglia in concessione d’uso per la durata di diciannove anni, il compendio demaniale del C.A.R.A. di Borgo Mezzanone.

Con deliberazione ì n. 256 del 15.02.2021 la Giunta regionale aveva previsto la spesa complessiva di 1.456.000 euro per la posa in opera di moduli prefabbricati, finanziata con quota parte delle risorse del PON Legalità 2014- 2020.

I posti serviranno ad assicurare una soluzione alloggiativa alternativa per i cittadini stranieri che dimorano nei 18 moduli abitativi,sottoposti a sequestro giudiziario, per i quali è già stata programmata la rimozione con nulla osta della competente Autorità Giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una foresteria al posto del Cara, la Regione Puglia pronta ad acquisire l'area per installare i primi 50 moduli

FoggiaToday è in caricamento