rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Economia

I commissari salvano metà delle scuole dell’infanzia e il nido: tariffe più basse e nuovi servizi

Saranno attivati anche la mensa e il tempo prolungato. Dalla prossima settimana al via le iscrizioni

La commissione straordinaria che gestisce il Comune di Foggia ha sciolto le riserve e adesso è ufficiale: le scuole comunali dell’infanzia ‘Tagore’, ‘Angela Fresu’, ‘Don Milani’, ‘San Filippo Neri’ e l’asilo nido ‘Tommy Onofri’ non chiuderanno. Il verdetto è arrivato ieri, anche all’esito dell’indagine conoscitiva avviata il 9 giugno scorso e “dopo un prezioso lavoro di squadra che da diverse settimane sta coinvolgendo gli uffici comunali della Pubblica istruzione, uffici scolastici regionali e provinciali, sindacati e personale educativo”, fanno sapere da Palazzo di Città.

I commissari, con apposita delibera, hanno formalizzato la rimodulazione del piano di ‘riorganizzazione e razionalizzazione delle scuole dell’infanzia paritarie comunali’ approvato il 30 dicembre 2021. Hanno scelto di salvare la metà dei plessi fino ad oggi attivi. Ma c’è di più: per rendere maggiormente attrattive le scuole dell’infanzia, arrivano anche la mensa e il tempo prolungato e si abbassano le tariffe. Dalla settimana prossima, fanno sapere, prenderanno il via le iscrizioni.

“L’iniziativa, che interviene dopo le numerose segnalazioni pervenute dal territorio, è stata ritenuta meritevole per il suo ampio valore sociale, educativo e pedagogico, armonizzandosi con le esigenze di economicità e di corretta razionalizzazione delle strutture scolastiche e degli oneri finanziari ad esso connessi – si legge nella nota trasmessa dall’Ufficio di Gabinetto - La riapertura delle scuole sarà accompagnata da un netto miglioramento dell’offerta scolastica e formativa. In particolare, al fine di supportare le famiglie che scelgono di far frequentare ai propri figli i plessi scolastici interessati, saranno attivati nuovi servizi, quali la mensa, il tempo prolungato, l’orario di ingresso anticipato e, si auspica, sia pure in momento successivo, anche il servizio di trasporto. Inoltre, al fine di venire incontro alle oggettive difficoltà economiche in cui versano le famiglie, sono state rideterminate le tariffe per l’utenza scolastica prevedendo una riduzione del 20% rispetto alle tariffe finora vigenti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I commissari salvano metà delle scuole dell’infanzia e il nido: tariffe più basse e nuovi servizi

FoggiaToday è in caricamento