rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Economia

Nuovo bando per il ‘Gino Lisa’. Vendola: “Atto d’amore per Foggia e la Capitanata”

Mondo Gino Lisa: "Ci puzza solo di campagna elettorale e di promesse al vento, come quella di "Foggia porta dei Balcani", "Foggia tornerà a volare presto", 'We love Foggia'"

Sulla vicenda della sospensione del bando di gara per l’allungamento della pista ‘Gino Lisa’, Nichi Vendola assicura che la Regione Puglia non trama contro Foggia. Il presidente punta il dito contro chi è “abituato a costruire forse la propria fortuna con la furbizia e a speculare fingendo di non conoscere le regole del gioco”.

“Perché le regole del gioco – aggiunge Vendola – le stabilisce la commissione europea di Bruxelles. E gli aeroporti piccoli, così come lo scalo foggiano – devono fare i conti con il regime degli aiuti di stato, molto complesso per quanto riguarda i tempi di autorizzazione e le regole del finanziamento di parte pubblica e privata”.

Il governatore della Regione Puglia chiosa: “Abbiamo raccontato la verità e oggi facciamo un altro atto d’amore nei confronti della città di Foggia e del territorio di Capitanata. Noi abbiamo dimostrato che in tutti i territori europei, nonostante gli orientamenti della Commissione, c’è la volontà di cambiare le regole del gioco”.

Mondo Gino Lisa, tra i sostenitori più fedeli dell’aeroporto foggiano, si chiude nel silenzio in chiaro segno di protesta: “Ci puzza solo di campagna elettorale e di promesse al vento, come quella di “Foggia porta dei Balcani”, “Foggia tornerà a volare presto”, “We love Foggia”. Ciò che balza all’occhio è la casualità.

La casualità che la Regione abbia corso ad esprimersi con un «riapriremo il bando» proprio nel giorno in cui è stato evidente che associazioni come la nostra non stavano scherzando o “giocando a poker” quando di voler scendere in piazza, cioè il giorno in cui ci si è riuniti per organizzare un’eventuale manifestazione.

A questa casualità si aggiunge anche una contraddizione di fondo: una Regione che sbaglia ad emettere un primo bando, si accorge di un fantomatico errore dovuto ad un’eventuale (inesistente?) infrazione europea, ritira il bando dicendo che “la pista non può essere allungata fino a quando non si esprime l’Europa” e poi si contraddice di nuovo dicendosi pronta ad aprire un nuovo bando.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo bando per il ‘Gino Lisa’. Vendola: “Atto d’amore per Foggia e la Capitanata”

FoggiaToday è in caricamento