Nasce il Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo: Michele Màngano eletto consigliere

Da Monte Sant'Angelo porta la sua 'ricetta': "Un protocollo d’intesa per lo sviluppo di iniziative culturali per rafforzare il legame con la terra d’origine e l’immagine del 'sistema  Puglia' sul piano dei mercati"

Michele Mangano

Si è insediato ufficialmente a Bari, lo scorso 15 settembre, il Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo (CGPM). Il Consiglio è stato presieduto dal dirigente Giuseppe Pastore su delega del Presidente della Regione, Michele Emiliano. Eletto consigliere dell'organismo Michele Màngano di Monte Sant'Angelo, dell'associazione de “La Bella Cumpagnie – Danzanova". 

"La mia intenzione - ha spiegato Mangano durante il suo primo discorso - è quella di mettere a frutto e tradurre in azioni positive le mie idee e convinzioni sulla vita dei pugliesi nel mondo, sulle esperienze maturate nel mio lavoro, dense di contenuti e attività  e di esperienze dedicate  alla promozione del territorio pugliese con le tradizioni popolari e culturali con un’esperienza di 40 anni. ​Il mio intento mira a rafforzare l’identità culturale d’origine, rinsaldare il legame con le famiglie emigrate e favorire l’integrazione delle giovani generazioni aprendo le porte ai ragazzi dai 18 ai 35 anni, porre all’attenzione delle comunità di pugliesi presenti all’estero progetti culturali, politici e sociali, preservare le tradizioni regionali, favorendo la conoscenza della Regione Puglia in Europa e nel mondo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Avrei un’idea", continua Mangano. "Creare un osservatorio regionale sul fenomeno migratorio  pugliese nel mondo. Le Comunità Pugliesi nel Mondo vengono considerate un volano per lo sviluppo economico della Puglia; per me, quindi, l’obiettivo è creare un protocollo d’intesa per incentivare lo sviluppo di iniziative culturali e promozionali, per il rafforzamento del legame con la terra d’origine, per la conversione della “risorsa emigrazione” in un canale privilegiato, per il rafforzamento dell’immagine e della presenza del 'sistema  Puglia' sul piano culturale e nei mercati, per l’attivazione di progetti tesi ad incentivare il rapporto tra la Regione e le nuove generazioni di emigrati"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Coronavirus: zero contagi e zero morti in provincia di Foggia

  • "Chiudo la movida". Emiliano: "Sono pronto". E nella 'Spaccanapoli' di Foggia assembramenti senza mascherine

Torna su
FoggiaToday è in caricamento