Spiagge e litorali in Puglia: incentivi per interventi di ristrutturazione e ammodernamento (e maggiori servizi)

Pronta la richiesta di proroga per la presentazione delle domande di accesso agli incentivi. Finanziati anche interventi per il superamento delle barriere architettonichee miglioramento dell'impatto ambientale

Immagine di repertorio

Ristrutturazione ed ammodernamento dei servizi su spiagge e litorali, pronta la richiesta di proroga  per la presentazione delle domande di accesso agli incentivi. Lo assicura l’assessore regionale all’industria turistica e culturale, Loredana Capone.

“Gli stabilimenti balneari, i ristoranti e i bar sulle spiagge pugliesi che si trovano su terreni demaniali devono poter migliorare le loro strutture e servizi", spiega. "Per questo ho proposto all’Assessorato allo Sviluppo Economico, l’eliminazione della precedente scadenza (al 31 dicembre 2017) per la presentazione delle domande per ottenere incentivi col Titolo II per stabilimenti, bar e ristoranti che si trovano su territori del Demanio".

“La proposta, giustamente sollecitata anche da Cna balneari, che  è stata già approntata  e che sarà sottoposta nella prossima riunione del partenariato, tiene conto del fatto che con la legge finanziaria sono state prorogate le concessioni demaniali oltre il 2020 per altri 15 anni. Vogliamo quindi continuare a  dare l’opportunità agli imprenditori del settore di accedere agli incentivi regionali per ristrutturare e migliorare le loro strutture e rendere così più accoglienti, sostenibili e gradevoli le  spiagge e  litorali pugliesi".

“Attraverso gli incentivi del Titolo III si possono realizzare l’ampliamento, l'ammodernamento e la ristrutturazione delle strutture di servizi funzionali allo svolgimento dell' attività (quali bar, palestre, piscine, centri benessere, ecc.). Ma non solo; sono possibili anche interventi finalizzati al superamento delle barriere architettoniche, al rinnovo e aggiornamento tecnologico, al miglioramento dell'impatto ambientale e la realizzazione o l'ammodernamento degli stabilimenti balneari, compresi gli spazi destinati alla ristorazione e alla somministrazione di cibi e bevande, ai parcheggi ed ai punti di ormeggio. Una grande opportunità quindi da non perdere per costruire un litorale più accogliente e bello per la Puglia.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Capitanata sotto choc, medico muore nell'inferno del Coronavirus. "Unica colpa è di aver fatto il suo dovere"

  • Giornata drammatica, bollettino choc per la provincia di Foggia: nove morti e 52 casi positivi

  • Coronavirus: due città diventano 'zona rossa' con almeno 51 casi positivi, quattro sono amaranto e tre lilla

  • "Mai visto nulla di simile". Dentro l'ospedale Covid di Casa Sollievo. Il dr Del Gaudio: "Il lavoro è duro e complesso"

  • Incendio sulla 'pista', vigili del fuoco accerchiati e derubati delle attrezzature: notte di follia a Borgo Mezzanone

Torna su
FoggiaToday è in caricamento