menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Dalla Regione Puglia, 1 milione di euro per le farmacie dei piccoli comuni: "Avamposti di welfare al servizio delle comunità"

Approvata la proposta del consigliere Giannicola De Leonardis: contributo di 12mila euro le farmacie dei comuni fino a mille abitanti, di 8mila nei comuni fino a duemila abitanti, 6mila in quelli fino a tremila abitanti

Un milione di euro. E’ la cifra complessiva destinata come contributo straordinario alle farmacie nei 50 comuni pugliesi con popolazione fino a tremila residenti (16 quelli fino a mille, 9 quelli fino a duemila, 25 quelli fino a tremila). Nella seduta di consiglio regionale dedicata al Bilancio di previsione 2019 e al Rendiconto finanziario, è stato infatti approvato con 38 voti favorevoli un emendamento che avevo presentato, diventato poi articolo aggiuntivo della manovra, che prevede un contributo di 12mila euro per ogni farmacia in comuni fino a mille abitanti, di 8mila euro per quelle in comuni fino a duemila abitanti, 6mila euro per quelle fino a tremila abitanti".

Ad annunciare il 'regalo' di Natale per i piccoli comuni è il consigliere regionale Giannicola De Leonardis, che continua: "Un’iniziativa che ho sentito come doverosa e necessaria, per incentivare e sostenere anche economicamente attività e iniziative che hanno una marcata impronta sociale, in realtà e paesi caratterizzati da progressivo spopolamento ma che rappresentano comunque un patrimonio di storia, cultura, tradizione e umanità di inestimabile valore, da preservare e difendere.  Con le farmacie che sono un riferimento che va ben al di là del semplice luogo dove reperire farmaci e prodotti legati alla salute e al benessere, ma vengono vissute e considerate come avamposti di welfare al servizio della comunità".

"Per questo ringrazio i colleghi consiglieri e l’esecutivo per aver colto pienamente lo spirito e il senso dell’ emendamento (l’unico da me presentato in questa sessione di Bilancio), e aver garantito col loro consenso lo stanziamento di un contributo che rappresenta un sostegno concreto per quanti lavorano nel settore, con margini di profitto molto ridotti, e un incentivo e uno stimolo per rimanere dove sono nati e cresciuti, coniugando vocazione e tradizione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento