Assembramenti davanti alle Asl, per evitarli la Regione proroga i rinnovi dei certificati dell'esenzione ticket per reddito

Il provvedimento consentirà agli utenti di beneficiare per altri sei mesi della validità dei codici di esenzione dalla compartecipazione alla spesa sanitaria

Immagine di repertorio

Esenzione ticket per reddito, validità prorogata fino a marzo 2021. E' quanto stabilito con provvedimento della Regione Puglia per andare incontro agli utenti ed evitare assembramenti nelle sedi Asl.

Il Dipartimento Salute della Regione , infatti, ha prorogato al 31 marzo del 2021 la scadenza per il rinnovo annuale dei certificati di esenzione ticket per reddito. Il provvedimento consentirà dunque agli utenti di beneficiare per altri sei mesi della validità dei codici di esenzione dalla compartecipazione alla spesa sanitaria, rilasciati ai sensi del D.m. 11/12/2009.

L’attuale situazione epidemiologica - per quanto non preoccupante come quella dei mesi precedenti - rende necessario ridurre allo stretto indispensabile le occasioni di affollamento per accesso degli utenti presso gli sportelli della Anagrafe sanitaria dei distretti della Asl finalizzate al rinnovo delle esenzioni.

I cittadini che intendono presentare l’autocertificazione per ottenere un attestato di esenzione valido fino a marzo 2021 o che non compaiono negli elenchi delle esenzioni certificate o autocertificate, possono accedere alla sezione dedicata del portale Puglia salute. Per coloro che invece non hanno la possibilità di usare mezzi telematici, le  Asl metteranno a disposizione all’esterno di alcune sedi territoriali delle anagrafi sanitarie, sistemi di raccolta della modulistica necessaria.

Gli operatori dei distretti rilasciano in back office le esenzioni e provvedono ad inviare attestato agli assistiti tramite mail, ovvero consegna diretta in maniera programmata. Inoltre i medici di Medicina generale e i pediatri di libera scelta possono visualizzare le esenzioni dei loro iscritti in tempo reale non appena gli operatori delle anagrafi sanitarie le rinnovano e garantire così la corretta redazione delle ricette.

Si ricorda che in caso di mutamento delle condizioni reddituali di esenzione, l’assistito non dovrà chiedere al medico prescrittore l’apposizione del relativo codice di esenzione.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento