menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

‘Reddito di Dignità’ a Foggia: i ‘Riuniti’ pronti ad accogliere 45 nuovi operatori

Il direttore Generale Pedota ha firmato la delibera che approva la Manifestazione di interesse a ospitare tirocini formativi. 39 beneficiari opereranno nella struttura di via Pinto, 6 al “D’Avanzo”

Con Delibera del Direttore Generale dott. Antonio Pedota n. 253/2017 del 06.06.2017, l’Azienda Ospedaliero Universitaria OO.RR. di Foggia ha approvato la “Manifestazione di interesse ad ospitare tirocini formativi nell’ambito della misura di inclusione socio-lavorativa denominata “Reddito di Dignità”,

Grazie alla suddetta delibera l’Azienda ha varato dei progetti di tirocinio, con l’obiettivo di raggiungere l’occupabilità dei cittadini beneficiari del ReD e di contribuire a migliorare il servizio offerto ai cittadini che agli Ospedali Riuniti si rivolgono.

A seguito della sottoscrizione dei “contratti di abbinamento” avvenuti tra l’Azienda ed il Comune di Foggia da lunedì 4 settembre 2017 un primo gruppo di 19 tirocinanti presterà il proprio impegno quale supporto lavorativo per diverse strutture degli Ospedali Riuniti; a regime n. 39 beneficiari opereranno presso gli OO.RR. di via Pinto e n. 6 presso i plessi del Presidio Ospedaliero del Colonnello D’Avanzo.

I tirocinanti verranno impiegati in sette diverse attività: servizio di accoglienza e di orientamento a partire dalle casse Ticket e dal pronto soccorso; servizio di guardaroba (indumenti usati) per i degenti sprovvisti; servizio di ascolto e di attenzione con espletamento di piccole commissioni personali offerto ai degenti soli e/o anziani, ma anche stranieri giovani per evidenti motivi culturali e di lingua e spesso senza riferimenti parentali ricoverati nei diversi reparti ospedalieri; servizio di pronta segnalazione di disservizi o di difficoltà di vario genere anche di carattere ambientale e di pulizia attraverso la strutturazione di una “App dedicata” ed un servizio di raccolta delle segnalazioni “just in time”; rilevazione della qualità assistenziale percepita dai degenti e dai familiari attraverso un programma di rilevazione (questionario) non a campione, ma per la totalità dei ricoverati ed almeno uno dei suoi familiari con conseguente elaborazione dei dati; supporto agli uffici amministrativi per la digitalizzazione e sistematizzazione degli archivi e dei dati sanitari e sicurezza dei dati sensibili utili agli scopi dei cittadini-utenti; supporto agli uffici amministrativi finalizzati a ridurre i tempi d’attesa per la richiesta di copie documenti sanitari (cartelle cliniche) e amministrativi (attestazioni, atti amministrativi, etc.) di cui ne è consentito il rilascio.

Grazie anche alla collaborazione di tutor selezionati tra il personale aziendale i tirocinanti potranno mettere in campo risorse ed energie per migliorare sempre di più il servizio all’utenza e per rendere più efficiente e accogliente la permanenza ospedaliera di tante persone.

“Si tratta”, dichiara il Direttore Generale, “di una importante opportunità che coniuga l’obiettivo di favorire l’inserimento nel mondo del lavoro di un numero di cittadini diversificato per età e potenziali competenze con quello del miglioramento dei servizi all’utenza offerti dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria OO.RR.”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento