rotate-mobile
Martedì, 5 Marzo 2024
Economia

Foggia è sporchissima. Il Comune proroga ad Amiu fino a novembre: avanti con il 'contratto provvisorio'

Raccolta dei rifiuti di nuovo in tilt. Stracolmi soprattutto i cassonetti della differenziata

È datato 17 ottobre l’atto dirigenziale che determina la prosecuzione in continuazione del contratto di servizio provvisorio stipulato con Amiu Puglia per la gestione dell’igiene urbana a Foggia per i mesi di settembre, ottobre e novembre. Non si parla di proroga tecnica e, anzi, si evita accuratamente di citare l’istituto che riveste carattere di eccezionalità, nonostante ricalchi la precedente determina di maggio. In più, si precisa che il servizio prosegue “ai medesimi patti, condizioni e costi, nelle more dell’approvazione del contratto definitivo”.

Essendo una determina fotocopia, anche nella parte in cui si evidenzia che “il Comune di Foggia sta provvedendo in  collaborazione con Conai alla riprogettazione dell’intero sistema di gestione del servizio di raccolta dei rifiuti”, attività propedeutica alla stipula del nuovo contratto di servizio e fase che dovrebbe essere già superata, balzano agli occhi le differenze.

A firmare il provvedimento sono la dirigente del Servizio Ambiente, l’ingegnere Concetta Zuccarino, e il responsabile del procedimento, Giovanni Sorbo. Fino a pochi giorni fa si poteva solo presumere che non fosse stato pubblicato, un mese e mezzo dopo la scadenza della precedente proroga, ma non era stato ancora predisposto. Sarebbero, comunque, ormai quasi pronti gli atti che costituiscono parte integrante della delibera per l’affidamento in house del servizio di igiene urbana per i prossimi 9 anni, che dovrebbe essere contestuale alla stipula del nuovo contratto di servizio.

Intanto, la raccolta dei rifiuti è andata di nuovo in tilt. I cittadini segnalano in continuazione bidoni strapieni e cumuli di spazzatura a terra. Dalla zona di viale Europa lamentano la presenza di topi, una puzza nauseabonda e “condizioni igieniche a dir poco vergognose”, solo per citare una delle tante segnalazioni. A strabordare sono soprattutto i cassonetti della raccolta differenziata. La fotografia della città è impietosa e ormai anche lo sforzo dei foggiani di conferire i rifiuti in base al tipo appare vanificato. Ad oggi, non è dato sapere quale sia il nuovo piano industriale di Amiu e quali saranno le nuove condizioni del servizio a Foggia.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia è sporchissima. Il Comune proroga ad Amiu fino a novembre: avanti con il 'contratto provvisorio'

FoggiaToday è in caricamento