A Torremaggiore la differenziata funziona: dati oltre il 50%, “ma ci sono ampi margini di miglioramento”

Grande soddisfazione per il sindaco Monteleone, dopo i dati relativi al mese di marzo sulla raccolta differenziata, che superano il 50% rispetto al 18% di un anno fa

“La raccolta differenziata ha conseguito nel mese di marzo il 52,81%. Un dato eccelso, promettente e del tutto inedito per la nostra cittadina contro la media dello scorso anno pari al 18%”. E’ quanto afferma soddisfatto il Sindaco di Torremaggiore, Pasquale Monteleone.

Dal primo marzo, l’Amministrazione comunale ha infatti esteso all’intero territorio cittadino il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti con il metodo "porta a porta", dopo anni di rinvii, allo scopo di favorire maggior igiene e decoro ambientale nonché ridurre il conferimento di rifiuti indifferenziati in discarica.

“A seguito dell’informativa consegnata a domicilio, degli incontri con gli esercenti, con gli amministratori di condominio e del lavoro di controllo messo in atto dalla Polizia Locale, Torremaggiore non delude le aspettative in merito ai risultati ottenuti attraverso la raccolta differenziata dei rifiuti. Il sistema ha fatto registrare, in questo primo mese, un drastico calo di rifiuti indifferenziati conferiti in discarica – spiega il primo cittadino che prosegue esprimendo - soddisfazione per questo primo risultato incoraggiante. Un dato estremamente positivo, che ovviamente va confermato e rafforzato nei prossimi mesi, grazie all’accresciuta sensibilità e partecipazione della maggioranza dei cittadini torremaggioresi e delle aziende locali, oltre che dell’impegno congiunto tra Comune e ditta che svolge il servizio di raccolta rifiuti”.

Il margine di miglioramento è ovviamente ancora ampio ed è per questo che stiamo lavorando al perfezionamento del sistema su diversi fronti: dalla sensibilizzazione, anche nelle scuole, nelle prossime settimane al sempre più incisivo controllo contro l’abbandono indiscriminato dei rifiuti e, infine, con più adeguate infrastrutture per le quali sono stati richiesti finanziamenti alla Regione Puglia e che possano quindi permetterci di essere ancor più efficienti in materia ambientale”, conclude Lino Monteleone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento