PUG Foggia, UN.I.COOP.: “Un affare per pochi, ma non per tutti”

Alberto Pinto: “Mongelli-Marasco violano palesemente l'obbligo della consultazione delle associazioni di categoria e del dettato costituzionale”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

UN.I.COOP SUL PUG: “La nostra associazione vuole rappresentare e sottolineare le numerose problematiche che le cooperative edilizie, in questo momento storico della nostra città, sono costrette ad affrontare, se non addirittura a subire.

Sì, intendiamo dire subire che i contenuti del Documento Programmatico Preliminare al PUG, l'indirizzo di una parte della maggioranza politica di Palazzo Città e le iniziative correlate all'espletamento delle procedure che porteranno all'approvazione definitiva dello stesso, non contengono alcuna previsione, riferimento, impegno, al settore della cooperazione abitativa e sociale.

Ad oggi, sono risultate vane le richieste di incontro e le sollecitazioni scritte inviate dalla nostra associazione al fine di evidenziare le problematiche delle cooperative aderenti, nonché le proposte e le osservazioni tecniche che l' UN.I.COOP. ha predisposto e che intendeva portare all’attenzione dell’amministrazione comunale.

Purtroppo al sindaco Mongelli ed all'assessore all'Urbanistica Marasco non interessa ascoltare proposte, raccogliere suggerimenti ed indicazioni del settore cooperativistico.

Il sindaco Mongelli  e l'assessore Marasco continuano a propinare all'opinione pubblica belle parole in merito alla stesura ed approvazione del PUG: partecipazione, consultazione, trasparenza, coinvolgimento, ma è solo un’operazione di facciata.

La realtà è ben diversa, il PUG è un cosa – affare di pochi eletti che probabilmente hanno già deciso cosa si debba fare ed approvare e cosa, invece, non serve o addirittura è inutile o evitare.

ALBERTO PINTO: “Il comportamento assunto a tutt'oggi dalla coppia  Mongelli-Marasco è gravissimo; non convocando l'UN.I.COOP. violano palesemente l'obbligo della consultazione delle associazioni di categoria e del dettato costituzionale, sottraendosi di fatto al confronto democratico, tra l'altro, dovuto con le associazioni riconosciute a livello nazionale.

Di quanto accaduto la scrivente associazione ha provveduto ad informare l'assessore regionale all'Urbanistica ed il signor Prefetto di Foggia, chiedendo di intervenire con urgenza per ristabilire lo stato di diritto.  Attendiamo fiduciosi un’autorevole e concreta azione da parte degli organi competenti e restiamo in attesa di essere dagli stessi convocati

 


 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento