Daunia Ambiente: lavoratori in stato di agitazione scrivono al prefetto

Le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Fiadel lanciano un ultimatum ad Antonio Nunziante al fine di scongiurare forti azioni di protesta

L’approssimarsi della scadenza prevista per l’esercizio provvisorio del Comune di Foggia preoccupa e non poco le OO.SS. aziendali Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Fiadel, preoccupate per la sorte dei lavoratori di Daunia Ambiente S.p.A.

Come riportato in un comunicato a mezzo stampa, “le preoccupazioni sono accresciute dall’evidente stato di empasse in cui versa l’amministrazione comunale che, non solo non riesce a dare risposte, ma che non prende in considerazione nemmeno le proposte, più volte formulate, di dare al gruppo Amica, una guida di esperienza e di polso per la gestione dell’emergenza”.

Nel comunicato si fa riferimento a un presento veto imposto al vicesindaco Lambresa e a della presunte promesse non mantenute dal primo cittadino. Le organizzazioni sindacali “non condividono le paventate soluzioni che lasciano impuniti i veri artefici del disastro”.

Al prefetto e curatore fallimentare, i lavoratori chiedono un incontro urgente al fine di scongiurare forti azioni di protesta.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento