Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non ce la facciamo più". Albergatori e imprenditori del turismo esausti e senza ristori: "Il futuro non (si) chiude"

La protesta di Confcommercio a San Giovanni Rotondo davanti alla chiesa di San Pio in concomitanza con le altre quattro città santuario d'Italia

 

E' Franco Budrago, presidente della Confcommercio di San Giovanni Rotondo, a spiegare i motivi della protesta degli imprenditori del turismo religioso che si è svolta ieri sera in zona Cappuccini, in contemporanea con le altre città santuario di Assisi, Cascia, Loreto e Pompei: "Noi siamo stati dimenticati dal Governo e dalle istituzioni, non ci arrivano i ristori e quelli messi a disposizione sono insufficienti. Abbiamo una responsabilità nei confronti dei nostri dipendenti. La cassa integrazione non arriva e non sappiamo quando riapriremo"

Sono più di 1500 e rappresentano, dopo Casa Sollievo della Sofferenza, la seconda 'azienda' più grande del territorio. "Non ce la facciamo più, chiediamo più ristori e risorse per le nostre partite iva"

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento