Agricoltori foggiani protestano davanti l’Agea: “Ritardo nei pagamenti”

Gli aiuti non corrisposti si riferiscono a domande relative ad annualità che vanno dal 2006 al 2010. Donnini "L'incaglio delle domande è dovuto esclusivamente ad inefficienze imputabili agli Uffici di Agea

Protesta Coldiretti

In via Palestro a Roma, nella giornata di ieri, un centinaio coltivatori della Coldiretti Foggia hanno protestato per la mancata erogazione degli aiuti PAC da parte dell’AGEA.

Gli aiuti non corrisposti, riferisce il direttore Donnini, si riferiscono in particolar modo a domande relative ad annualità che vanno dal 2006 al 2010 e che risultano non liquidate pur non avendo alcuna anomalia.

“Si tratta spesso, afferma Donnini, di problemi di natura informatica, rispetto ai quali non sussistono responsabilità né da parte del produttore né tantomeno da parte della Organizzazione che ha materialmente compilato la domanda”.

Donnini aggiunge: “L’incaglio delle domande è dovuto esclusivamente ad inefficienze imputabili agli Uffici di AGEA, inefficienze che ieri abbiamo potuto tecnicamente dimostrare, verificando alla presenza dei produttori interessati alcune domande a campione presso gli Uffici dello stesso Ente erogatore”.

“E’ assurdo, riferisce il Presidente di Coldiretti Foggia Salcuni, che dopo 5 o 6 anni diversi produttori agricoli stiano ancora aspettando l’aiuto comunitario per inefficienze dell’AGEA. Purtroppo alcuni di questi produttori sono creditori di cifre importanti, di diverse decine di migliaia di euro e, pertanto, la loro attività è messa seriamente a rischio da queste inadempienze. Purtroppo, conclude Salcuni, siamo davanti a uno Stato a due facce: inflessibile quando deve chiedere con Equitalia, lento ed insolvente quando deve dare con Agea”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla manifestazione di protesta era presente anche il Presidente nazionale di Coldiretti Sergio Marini il quale, nel ribadire che non possono essere le inefficienze dello Stato a far chiudere le aziende agricole, ha anche auspicato che il ritorno in Agea del suo Presidente Prof. Fruscio consenta la prosecuzione del processo di  efficienza e di trasparenza dal medesimo intrapreso e bloccato dal provvedimento di Commissariamento della fine di giugno 2011, ora che lo stesso è stato annullato dal TAR del Lazio.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento