Economia

La proposta di Lombardi ai foggiani: adotta un cane, non paghi i rifiuti

Per l'assessore animalista al Bilancio si potrebbero risparmiare circa 60mila euro. Previste una cinquantina di adozioni

Chi adotta un cane non pagherà la tassa sui rifiuti. E' attorno a questa proposta che si snoda il lavoro dell'assessorato al Bilancio del Comune di Foggia al rientro delle festività natalizie e che, a sentire l'assessore al ramo Sergio Lombardi, potrebbe concretizzarsi già nei prossimi giorni.

Formulata in un primo momento dal consigliere Vincenzo Rizzi (il primo a legare le due questioni proponendo uno scontro TARI per coloro che decidono di adottare un cane), la proposta avrebbe trovato accoglimento in alcuni consiglieri di maggioranza (Consalvo di Pasqua, ad esempio) e nello stesso assessore che, nella sua proposta, va oltre azzerando completamente il balzello.

"Siamo convinti - dichiara a FoggiaToday Lombardi - di avviare un ciclo virtuoso non solo per gli amici a quattro zampe, che potranno finalmente trovare dimora, ma per le stesse casse comunali. L'operazione, infatti, ci farà risparmiare almeno 50-60mila euro annuali che potremo reinvestire altrove". L’obiettivo-previsione sarebbe quello di incassare una cinquantina di adesioni-adozioni.

Ma come? L'assessore snocciola i numeri: per ogni cane ricoverato presso il canile comunale il Comune di Foggia paga qualcosa come 2300 euro all'anno per una spesa complessiva di oltre 150mila euro. Se si considera che la TARI in media, per una famiglia, ammonta a 500 euro, e si tolgono 3-400 euro da destinare comunque all'Associazione Volontari per la Protezione Animali per il funzionamento del canile, il conto è presto fatto: ogni cane adottato apporterebbe, infatti, un risparmio di 1300-1400 euro al Comune. Questo per i privati. Per gli esercizi commerciali, che pagano bollette anche da 6mila euro, lo sconto potrebbe arrivare fino a 2mila euro.

Insomma, una proposta da affinare ancora, dettagliare, ma che Lombardi è convinto che incontrerà anche il placet del sindaco, "animalista come me" osserva. E sono proprio gli animalisti, però, che potrebbero riservare qualche problema. L'idea, infatti, non è nuova. Un'operazione del genere (ma solo con la previsione di sconto) è già a regime in altri comuni italiani, in Sardegna soprattutto, ma anche nel Salento, a San Donato di Lecce. E, a guardare le reazioni di associazioni e semplici amanti degli animali, deve essere piaciuta granché dal momento che "adottare un animale per questioni meramente economiche è quanto di più deleterio si possa fare agli amici a 4 zampe. Bisogna amarli e saperli amare. In quali mani andranno a finire?" la critica più diffusa.

Ma Lombardi rassicura: "con i Servizi Sociali stiamo affinando la proposta, che affronterà anche il tema del controllo trimestrale. Non tollereremo furbizie, ovvero abbandoni di animali un minuto dopo l'azzeramento dell'imposta, né situazioni di degrado e disagio". I controlli dovrebbero essere affidati agli stessi volontari. Si immagina gratuitamente o rischierebbe di venire meno il tornaconto economico stesso dell'intera operazione per Palazzo di Città.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La proposta di Lombardi ai foggiani: adotta un cane, non paghi i rifiuti

FoggiaToday è in caricamento