Economia

Progressione orizzontale di carriera, “il direttore generale del Riuniti non applica l’accordo”. La Fials dichiara lo stato di agitazione

La Fials proclama lo stato di agitazione di tutto il personale dipendente del policlinico Riuniti di Foggia e attende la convocazione del prefetto per esperire il tentativo di conciliazione prima di giungere alla indizione di uno sciopero

“Ormai da dodici anni i lavoratori degli Ospedali Riuniti di Foggia attendono il riconoscimento contrattuale della progressione orizzontale di carriera senza ottenere il diritto a differenza di quanto già avvenuto da tempo nelle altre aziende sanitarie pubbliche della Regione Puglia, compresa la Asl Fg”. Per questo la Fials proclama lo stato di agitazione di tutto il personale dipendente del policlinico Riuniti di Foggia e attende la convocazione del prefetto per esperire il tentativo di conciliazione prima di giungere alla indizione di uno sciopero.

“E’ sotto gli occhi di tutti che l’atteggiamento della direzione generale comprometterà definitivamente la possibilità di dare seguito agli impegni assunti con la sottoscrizione del contratto integrativo aziendale. Non è più tollerabile che le procedure previste per la valutazione del personale dipendente dell’azienda al fine dell’attribuzione delle fasce venga inspiegabilmente ed illegittimamente rinviata da con il concreto rischio che si vanifichi il riconoscimento del diritto ai lavoratori anche per tutto l’anno 2021.

I tempi sono ormai stretti ed il livello delle relazioni sindacali con la direzione generale sono ridotte ai minimi termini, mentre gli operatori sanitari non vedono riconosciuti i propri diritti. 

Senza contare che anche il premio “performance” evidenzia una palese tra quello già percepito dai dipendenti lavoratori di altre aziende sanitarie della Provincia di Foggia e quello ancora da corrispondere al personale del Riuniti di Foggia, che peraltro risulterebbe ampiamente inferiore  rispetto a quanto corrisposto al personale delle altre aziende sanitarie.

Per queste motivazioni, ove mai entro tempi certi l’iter per l’attribuzione della progressione economica orizzontale, non sarà più evitabile una manifestazione pubblica di protesta, stante la gravità del comportamento posto in essere dalla direzione generale” chiosa il segretario provinciale Giuseppe Mangiacotti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progressione orizzontale di carriera, “il direttore generale del Riuniti non applica l’accordo”. La Fials dichiara lo stato di agitazione

FoggiaToday è in caricamento