Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia

Con i ‘Laboratori del Benessere’, corretti stili di vita e strumenti per adottarli

E’ l’obiettivo del progetto R.I.L.T. (Rete Integrata Lotta Tumori), promosso dalla Lega contro i Tumori di Foggia e che coinvolge altre cinque associazioni di volontariato distribuite sul territorio di Capitanata

Il benessere psicofisico e sociale della persona attraverso l'adozione di corretti stili di vita: questo è l’obiettivo del progetto R.I.L.T. (Rete Integrata Lotta Tumori), promosso dalla Lega contro i Tumori di Foggia e che coinvolge altre cinque associazioni di volontariato distribuite sul territorio di Capitanata, con un target di riferimento eterogeneo: dalla prevenzione oncologica agli extracomunitari, dai minori a rischio ai disabili, fino agli anziani e ai nuovi poveri.

Le associazioni coinvolte sono: LILT Foggia (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) che ne è responsabile, Caritas Incontro di San Severo, Cerignola per l’Oncologia, Il Girasole di Manfredonia, Mosaico di San Marco in Lamis, Sos-Ser San Marco in Lamis. Alla base del progetto il potenziamento della struttura di rete nel rispetto e nella continuità delle attività che contraddistinguono le sei realtà associative.

E’ questo l’unico progetto, su questa tematica, sostenuto dalla fondazione ‘Con il Sud’ in Puglia, nell’ambito del Bando Volontariato 2013. Il progetto avrà la durata di 20 mesi e si propone: il potenziamento delle singole realtà associative coinvolte, la formazione degli operatori volontari, il potenziamento della rete associativa, il rinforzo delle relazioni già esistenti e la promozione del benessere psicofisico e sociale della persona.

Cinque sono gli “stili di vita” sui quali il progetto si propone di intervenire: relazioni sociali, alcool, fumo, alimentazione e attività fisica. Sostenendo la Rete e promuovendo il benessere si produrranno benefici sui target di riferimento, sugli operatori per ricavarne un effetto catalizzatore e propulsore di buone prassi su tutto il territorio interessato.

Le sei associazioni di volontariato attiveranno, nei territori coinvolti, sei ‘Laboratori del Benessere’ legati all’attività specifica di ogni associazione. Da tali laboratori emergeranno le indicazioni in materia di cambiamento degli stili di vita e gli strumenti per adottarli. I laboratori saranno curati da operatori referenti delle associazioni, che stanno seguendo uno specifico corso di formazione, e da esperti delle settore. Obiettivo finale del progetto sarà redigere un “Manuale del Benessere” diviso in sezioni specifiche relative ai diversi target di riferimento delle associazioni. Addetta Stampa RILT Stefania La Bella

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con i ‘Laboratori del Benessere’, corretti stili di vita e strumenti per adottarli

FoggiaToday è in caricamento