Furore porta le opportunità dell'Europa a Foggia, per imparare a reperire fondi c'è Eureka: "Ecco come si fa"

Una nutrita delegazione dell'ateneo dauno, con in testa il Rettore, dal 20 al 22 gennaio, potrà conoscere da vicino gli strumenti operativi più appropriati da mettere in campo a livello territoriale, con idee ed interventi innovativi

Furore e Limone

Guarda ai giovani e al loro futuro “Eureka”, progetto che punta a formare studenti e docenti universitari nel campo della progettazione dei bandi europei e nel corretto utilizzo dei fondi comunitari.

Promosso dall’europarlamentare Mario Furore, il progetto è stato presentato questa mattina presso la Biblioteca del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Foggia, protagonista dell’iniziativa. “Investiamo sulla formazione perché – spiega l’On. Furore – è da qui che dobbiamo partire. Giovani e meritevoli studenti avranno la possibilità di apprendere sul campo, a Bruxelles, i segreti che li metteranno nelle condizioni di reperire fondi Europei, di rendicontarli al meglio e di sfruttare queste risorse affinchè portino anche linfa al nostro territorio".

"La prossima programmazione ha previsto oltre 100 miliardi di euro per ricerca scientifica e innovazione, con un incremento del budget del 22%. In aumento (+17%) anche i fondi di 'Creative Europe' programma che punta sulla cultura. Guarda invece al turismo sostenibile, alle imprese e alle start up il programma Cosme sulla competitività. Tra le novità del prossimo settennio ci sono anche consistenti fondi per l’immigrazione e per la sicurezza e la difesa".

"L’Europa ci lancia delle sfide, insomma, e noi dobbiamo essere in grado di saperle cogliere. Abbiamo bisogno di comunicare messaggi positivi in un momento di grande difficoltà per la nostra città, mai come in questo momento vittima di episodi criminosi”, conclude. Alla conferenza stampa di presentazione del progetto Eureka, che ha già attirato l’attenzione di altri atenei italiani, ha partecipato anche il rettore dell’Università degli Studi di Foggia Pierpaolo Limone.

“Per intercettare finanziamenti europei - aggiunge Limone - credo sia intelligente e strategico formare competenze specifiche durante il percorso universitario e nei diversi corsi di studio. Ci sono infatti molte discipline che possono convergere nelle azioni di europrogettazione ed Eureka va proprio in questa direzione. Pertanto, siamo grati a Mario Furore che ha deciso di investire nell’Università, che più di ogni altro è il luogo della formazione e della ricerca”.

Proprio una nutrita delegazione dell’Università di Foggia, con in testa il Rettore, dal 20 al 22 gennaio potrà conoscere da vicino gli strumenti operativi più appropriati da mettere in campo a livello territoriale, con idee ed interventi innovativi. Il progetto Eureka è stato raccontato in diretta da Francesco Saverio Della Monica e Martina Ottaviano, giornalisti di Europhonica, il format internazionale delle radio universitarie europee per cui lavorava anche Antonio Megalizzi, il giovane reporter italiano morto a Strasburgo nell’attentato dell’11 Dicembre 2018, proprio mentre era intento a seguire la diretta dei lavori parlamentari. Europhonica continuerà a seguire le fasi del progetto Eureka anche a Bruxelles.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento