Telemedicina e umanizzazione dell'assistenza: le sfide dell'Asl Fg passano dalla rete oncologica e gli screening di prossimità

Alla Conferenza dei servizi della ASL Foggia presentati i progetti di telemedicina e i nuovi servizi realizzati secondo le linee guida del progetto Accoglienza-Hospitality

La Conferenza di Servizi Asl Fg

Innovazione tecnologica; umanizzazione dell’accoglienza e nuovi modelli di gestione del front office; riorganizzazione della rete oncologica provinciale e screening di prossimità; management del benessere organizzativo.

Sono stati i temi affrontati nel corso della Conferenza dei Servizi della ASL Foggia, svoltasi il 10 e 11 dicembre scorsi presso l’Auditorium della Camera di Commercio di Foggia. Nel corso della prima giornata la Direzione ha presentato tutte le potenzialità dei percorsi di monitoraggio e assistenza a distanza, alcuni già avviati, altri in fase di realizzazione.

Grazie all’utilizzo di tecnologie mediche ed informatiche di ultima generazione, con la telemedicina è oggi possibile, da remoto, monitorare i parametri vitali e fornire servizi sanitari a distanza. Un modo per offrire assistenza di prossimità, in particolare nei comuni del Gargano e dei Monti Dauni, storicamente penalizzati dalle distanze dai centri erogatori dei servizi e dalle condizioni critiche della viabilità.

Attività illustrate alla platea attraverso collegamenti in diretta con le Strutture di “Cardiologia” dell’Ospedale di San Severo, “Urologia” di Cerignola, “Ortopedia e Traumatologia” di Manfredonia e con la Postazione 118 delle Isole Tremiti. In collegamento diretto da Casalvecchio di Puglia anche la squadra del “Mammomobile” (tecniche di radiologia, autista e volontari del Servizio Civile) che, per tutto il corso della giornata, ha offerto alle donne la possibilità di effettuare lo screening mammografico a domicilio.

“Questo processo di riorganizzazione e digitalizzazione – ha spiegato il Direttore Generale Vito Piazzolla – punta a migliorare la qualità dell’assistenza su tutto il territorio. La tecnologia, però, da sola non basta. Va coniugata con la capacità di accogliere i pazienti nella loro interezza, con tutte le loro esigenze psicologiche e sociali. È in tale ottica che abbiamo avviato un percorso di umanizzazione finalizzato a riqualificare l’accoglienza all’interno delle sedi aziendali, in tutti i luoghi deputati al front office, per migliorare le esperienze di cura nella loro totalità”.

Presentati, in anteprima, i nuovi locali che ospiteranno il C.Or.O. (Centro di Orientamento Oncologico) di San Severo, realizzati secondo le linee guida del progetto. La seconda giornata della Conferenza dei Servizi è stata dedicata, invece, al dialogo e al confronto proattivo con il mondo dell’associazionismo per il miglioramento dei Servizi. Presenti, oltre al Direttore Generale Vito Piazzolla e al Direttore Sanitario Antonio Nigri, anche i responsabili dell’URP e dei servizi distrettuali, dipartimentali e ospedalieri aziendali.

Una ad una, le associazioni, a partire dal presidente del Comitato Consultivo Misto Gianni Totta, hanno esposto i bisogni specifici di cui si fanno portavoce e hanno messo a disposizione della Azienda le competenze sviluppate operando direttamente sul territorio. Tutte sono state concordi nel riconoscere l’impegno quotidiano dell’Azienda nel cercare e trovare soluzioni alle varie criticità segnalate e nell’accogliere e condividere le proposte progettuali delle associazioni. Progetti che, nel corso degli anni, stanno dando risposte concrete ai bisogni non solo strettamente sanitari, ma anche di benessere, di riabilitazione e integrazione sociale della comunità. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Assicurare gli standard di qualità – ha spiegato il Direttore Generale - e, allo stesso tempo, realizzare percorsi mirati e calibrati sulle necessità reali, è la sfida a cui siamo chiamati a rispondere. Una sfida non facile, soprattutto in un territorio complesso e disomogeneo come quello della provincia di Foggia. Un territorio che si fa portavoce di esigenze specifiche e differenti, a cui stiamo cercando di dare risposte altrettanto specifiche e mirate”. L’incontro si è concluso con l’intesa di avviare percorsi di interazione basati sulla sinergia tra le associazioni e la Direzione, per il tramite dei direttori di Distretto che operando direttamente sul territorio, ne conoscono tutte le specificità, e del Comitato Consultivo Misto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Regionali Puglia: i risultati in diretta

  • Attimi di paura in via Monfalcone: aggrediti agenti della Locale, per aver chiesto di abbassare il volume della musica

  • Foggia fa il botto di consiglieri regionali: ecco i nomi dei 'Magnifici 10' che rappresenteranno la Capitanata in Puglia

  • Chi potrebbe andare a Bari: ok Piemontese e Tutolo. Incertezza nel centrodestra, in bilico anche Rosa Barone

  • Foggia, furto choc nella sede elettorale della Parisi-De Sanctis: rubata pistola a finanziere, forse è stato narcotizzato

  • Regionali Puglia 20 - 21 settembre: come si vota

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento