Mercoledì, 16 Giugno 2021
Economia

Una nuova edilizia per Foggia, il Comune incentiva la svolta: "Premialità per chi vuole costruire (e ricostruire) in modo sostenibile"

Tali incentivi consistono in misure come la riduzione della tassa Imu, la riduzione degli oneri di urbanizzazione secondari, la riduzione del costo di costruzione e infine, in base ai parametri di edilizia sostenibile rispettati, l’incremento fino al 10% della volumetria consentita.

Immagine di repertorio

Nuove misure per l’edilizia sostenibile. Il Comune di Foggia è al lavoro per immaginare un nuovo sviluppo urbano sostenibile della città: una complessa opera di rigenerazione del tessuto urbano della città all’insegna della razionalizzazione del consumo di suolo e, al contempo, del rispetto dell’ambiente e di una maggiore qualità abitativa.

In particolare, nel corso dei lavori del Consiglio comunale del 26 novembre, si è preso atto di una serie di nuove esigenze relative al fabbisogno abitativo della comunità: la forte domanda di miglioramento delle condizioni abitative e la necessità di dover lavorare 'da casa'; l’adeguamento del patrimonio edilizio dal punto di vista sismico e dell’efficientamento energetico; offrire una soluzione all’annosa questione degli alloggi insalubri (perché, a titolo esemplificativo, non dotate di agibilità, carenza delle dotazioni igienico-sanitarie) e degli alloggi 'incapienti' per fasce deboli e non abbienti.

Nell’ambito di queste linee programmatiche, il Consiglio comunale ha previsto e approvato, in applicazione della legge regionale 10 giugno 2008 - Norme per l’abitare sostenibile e del Sistema di valutazione del livello di sostenibilità ambientale degli edifici e alla luce del Protocollo Itaca Puglia 2011 – Residenziale, un sistema graduale di premialità per i privati, finanche per le strutture ricettive della città, che vogliano costruire e ricostruire in maniera sostenibile.

Tali incentivi consistono in misure come la riduzione della tassa Imu; la riduzione degli oneri di urbanizzazione secondari; la riduzione del costo di costruzione e infine, in base ai parametri di edilizia sostenibile rispettati, l’incremento fino al 10% della volumetria consentita.

“La rinascita urbanistica di Foggia deve partire da una rigenerazione urbana e sostenibile", ha spiegato Paolo La Torre, vicesindaco e assessore all’Urbanistica. "Le nuove misure premiali per l’edilizia sostenibile sono il risultato di un grande lavoro di ricerca e approfondimento che stiamo portando avanti con il prezioso contributo della Commissione Territorio del Comune di Foggia. Un lavoro che non solo non è finito, ma è appena iniziato”.

“E' un grande momento per la comunità poiché oggi a Foggia costruire sostenibile non solo si può ma è anche vantaggioso, grazie alle nuove e importanti misure, adottate nel rispetto della persona e dell’ambiente”, ha concluso il sindaco Franco Landella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una nuova edilizia per Foggia, il Comune incentiva la svolta: "Premialità per chi vuole costruire (e ricostruire) in modo sostenibile"

FoggiaToday è in caricamento