Domenica, 17 Ottobre 2021
Economia

Pazzaglia congela i premi di produzione ai dirigenti e chiama a rapporto l’OIVP

Il direttore generale precisa che le "retribuzioni di posizione e di risultato spettano di diritto ai dirigenti e non per volontà dell'amministrazione comunale

In una città ancora alle prese con l’emergenza rifiuti continua a tenere banco il caso dei dirigenti comunali, non solo "strapagati" ma persino premiati dell’Organismo Indipendente di Valutazione delle Performance.  

All’indomani della denuncia di Raffaele Piemontese e nel giorno in cui alcune associazioni hanno chiesto ai dirigenti di rinunciare e devolvere i premi di produzione, ci pensa il direttore generale del Comune, Mario Pazzaglia, a mettere un freno alle polemiche congelando di fatto le retribuzioni di risultato per gli anni 2010 e 2011: “Sarà assegnato sulla base di valutazioni inserite nella cornice delle difficoltà finanziarie dell’Ente e risultanti da almeno 3 elementi: le relazioni dei singoli responsabili dei servizi, la valutazione della direzione generale, la sintesi e la valutazione dell’OIVP.

Per la “condivisione di valori, principi e criteri afferenti la complessa questione della valutazione” Pazzaglia  ha convocato i componenti dell’Organismo Indipendente di Valutazione delle Performance, trasmettendo in via formale ai dirigenti dei servizi Risorse Umane e Finanziario, una comunicazione per specificare che, relativamente alla retribuzione di posizione e risultato per il 2012, “nell’attesa di poter ottenere informazioni complete e avviare i necessari confronti, ritengo che l’impegno delle risorse non possa essere assunto che con riserva”.

Determinazione, quest’ultima, fondata quanto deliberato dalla giunta il 20 dicembre, che ha fissato gli obiettivi generali, il piano dettagliato degli obiettivi stessi, quello esecutivo di gestione per il 2012 ed i connessi criteri di valutazione che dovranno essere utilizzati dall’organismo di valutazione. Atto redatto dallo stesso direttore generale neanche un mese dopo la sua assunzione e “frutto di una prima analisi del contesto operativo”.

“L’esplicitazione chiara e dettagliata degli obiettivi generali dell’Ente, nonché di quelli intermedi riguardanti i diversi Servizi – afferma Mario Pazzaglia – è il primo passo compiuto in direzione di una più efficiente organizzazione e una razionalizzazione sistemica dei metodi di lavoro, da cui discenderà anche una più coerente valutazione e ripartizione delle retribuzioni di posizione e di risultato, che spettano per diritto ai dirigenti e non certo per volontà dell’Amministrazione comunale. L’adozione di questa delibera da parte della giunta – conclude il direttore generale – rende anche più spedito il lavoro relativo alla riorganizzazione dell’intera tecnostruttura, che sarà portata all’attenzione del sindaco e degli organi amministrativi a brevissimo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pazzaglia congela i premi di produzione ai dirigenti e chiama a rapporto l’OIVP

FoggiaToday è in caricamento