Martedì, 22 Giugno 2021
Economia

Il prefetto non cambia idea: "I mercati rionali non riapriranno". Torremaggiore costretta al dietrofront, Grassi fa revocare l'ordinanza

Confermata la posizione dell'Ufficio Territoriale del Governo fino a quando non ci sarà un orientamento diverso. Vietata anche la vendita in forma ambulante di generi alimentari laddove sussista il pericolo di assembramento

Il mercato di Torremaggiore e il prefetto Raffaele Grassi

"I mercati rionali non si terranno fino a quando non subentrerà un orientamento diverso. Tant'è che ieri ho fatto revocare l'ordinanza a Torremaggiore". È irremovibile il prefetto di Foggia Raffaele Grassi che a FoggiaToday conferma l'indirizzo già espresso con chiarezza in una videoconferenza il 3 aprile scorso con la partecipazione di Confcommercio Imprese per l'Italia della provincia di Foggia, incentrata allora sul mercato Rosati del capoluogo. "Laddove non si garantisca la distanza di un metro e sussista il pericolo di assembramento" i mercati, anche per la vendita di generi alimentari, sono tassativamente vietati. Fino a quando non ci sarà un contrordine, dal Governo e dalla Regione Puglia, la Prefettura manterrà la stessa rigida posizione.

Non sono bastati neanche gli accorgimenti adottati dal Comune di Torremaggiore che, in ossequio alle prescrizioni anticontagio Covid19, aveva contingentato gli ingressi nei mercati coperti, presidiati da volontari e polizia municipale, distanziato i banchi di due metri, predisposto una segnaletica orizzontale per suggerire il posizionamento degli avventori e obbligato all'uso di guanti e mascherina. Non sarebbe comunque possibile garantire, secondo l'Ufficio Territoriale del Governo, il distanziamento sociale o impedire l'afflusso da altri paesi.

Il sindaco Emilio Di Pumpo, che ha dovuto chiudere in meno di 24 ore i mercati di via Savonarola e di Piazza Mazzini, aveva comunicato alla popolazione il suo rammarico: "Nonostante l'impegno e gli sforzi profusi per andare incontro alle esigenze dei cittadini, nonché dei nostri agricoltori che producono e vendono prodotti ortofrutticoli,  mi rammarica comunicarvi che sono stato costretto purtroppo a chiudere nuovamente i mercati rionali e la vendita itinerante a causa di ulteriori accertamenti giuridici e tecnico-amministrativi. Sono pienamente consapevole del disagio arrecato, pertanto mi scuso con tutti voi cittadini ma non ho potuto fare diversamente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il prefetto non cambia idea: "I mercati rionali non riapriranno". Torremaggiore costretta al dietrofront, Grassi fa revocare l'ordinanza

FoggiaToday è in caricamento