Potito Salatto eletto presidente di AIOP Puglia: "Liste d'attesa e salute al Sud le mie priorità"

L'elezione è avvenuta oggi a Bari. La sanità privata pugliese torna a guida foggiana dopo quindici anni. Presto un incontro tra il neopresidente e il governatore Michele Emiliano

Potito Salatto

Dopo quindici anni, la massima carica dell’Aiop Puglia (l’Associazione Italiana Ospedalità Privata) torna nelle mani della provincia di Foggia: sarà l’imprenditore Potito Salatto, presidente dell’omonimo gruppo, a guidare per  i prossimi anni l’associazione che annovera al suo interno la stragrande maggioranza dei gruppi che operano nella sanità privata pugliese. Già presidente dal 1994 al 2001, attualmente vicepresidente e presidente provinciale, l’elezione alla presidenza regionale di Salatto è avvenuta oggi a Bari, all’esito di una consultazione serrata tra le diverse province pugliesi, che ha visto stringersi attorno al chirurgo foggiano numerosi associati, tra cui il noto imprenditore a livello nazionale, Ettore Sansavini, e il conterraneo Paolo Telesforo. Una sinergia che è riuscita  a mettere fuori gioco altri rappresentanti pugliesi del comparto, anche storici.

“Ringrazio coloro che hanno inteso riporre fiducia nella mia persona ed il presidente uscente, Max Paganini, per il lavoro svolto con abnegazione in questi anni non facili – ha dichiarato Salatto a Foggiatoday-. Mi propongo di proseguire la sua opera con un maggiore accento sulla collegialità delle decisioetto, ni e sulla apertura a tutti quei soggetti che, a vario titolo e ciascuno nel proprio ruolo, rispondono alla domanda di salute dei cittadini pugliesi e dei territori limitrofi”. “Sicuramente ci aspetta un percorso tutto in salita, ma lo percorreremo nella consapevolezza che la sanità è l’ultima linea del Piave da difendere” rincara l’imprenditore foggiano, per il quale “al Sud la salute, da diritto costituzionalmente garantito, sembra essere diventata un faticoso obiettivo”.

Le sue battaglie contro la sperequazione Nord-Sud in termini di sanità e offerta di salute sono note. Una disparità che, secondo Salatto, si allarga anche ad altri settori (trasporti, infrastrutture, investimenti) e che starebbe portando man mano il Meridione d’Italia alla desertificazione, allo smantellamento di opportunità e servizi essenziali per il futuro dei figli del Sud. Anche il momento politico, in cui imperversano i populismi, altro non sarebbe secondo il neopresidente Aiop che il prodotto di un Paese che viaggia a due velocità. Da sempre.

Primo obiettivo, dunque, in questo quadro, diventa fermare l’emorragia della migrazione sanitaria, valorizzando le eccellenze pugliesi. Mediante il contributo del privato, anche. “In una regione complessa come la nostra - dichiara il neopresidente Aiop- caratterizzata da esperienze di cui andiamo orgogliosi ma anche da evidenti disparità sociali, territoriali e anagrafiche nell’accesso ai servizi, è mia intenzione dar vita ad un confronto serrato, responsabile e partecipe con la Regione Puglia, per definire, di concerto e con un approccio costruttivo, linee di intervento e criteri di operatività utili ai cittadini, all’equilibrio delle nostre imprese e al bilancio pubblico, per giungere alla valorizzazione dei nostri presidi sanitari e all’abbattimento delle liste d’attesa. Noi imprenditori privati siamo disponibili a fare la nostra parte” dichiara Salatto, che  intende portare a breve questi temi all’attenzione del presidente regionale, Michele Emiliano, che è anche titolare della delega alla Sanità, al quale sarà chiesto ufficialmente un incontro. “Un punto di sintesi non è impossibile trovarlo se ci si muove tutti con chiarezza ed onestà intellettuale” conclude.

L'Associazione Ospedalità Privata annovera a livello nazionale 500 case di cura, 26 centri di riabilitazione e 41 rsa, per complessivi quasi sessantamila posti letto.

A Salatto giunge il messaggio del sindaco di Foggia, Franco Landella. «A titolo personale ed istituzionale, formulo le mie congratulazioni ed i miei auguri di buon lavoro per il prestigioso incarico. Un riconoscimento importante, che premia l’impegno e l’esperienza del dottor Salatto e che nello stesso tempo sancisce il ruolo che il territorio ricopre in questo settore. Sono certo – conclude Landella- che il dottor Salatto saprà ben rappresentare le istanze di un comparto divenuto fondamentale nell’ambito dell’offerta sanitaria e del diritto alla salute per le nostre comunità».  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento