rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Economia

Pnrr, 56 milioni per l'architettura rurale in Puglia: fino a 150mila euro per ogni progetto

Progetti di architettura rurale, per il recupero e la valorizzazione di casali, frantoi, masserie, trulli, mulini, chiese rurali e ogni altra struttura simbolo della cultura, della tradizione e della religiosità pugliese

E’ partito oggi alle ore 12 l’avviso pubblico del dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia, sulla protezione e valorizzazione dell'architettura e del paesaggio rurale. È possibile presentare progetti di architettura rurale, per il recupero e la valorizzazione di casali, frantoi, masserie, trulli, mulini, chiese rurali e ogni altra struttura simbolo della cultura, della tradizione e della religiosità pugliese. “Questo è un investimento che rientra nel Pnrr e che per la Regione Puglia è un'occasione di rilancio da cogliere” spiega la consigliera regionale Grazia Di Bari delegata alle politiche culturali della Regione Puglia. “Vogliamo promuovere iniziative e attività legate ad una fruizione turistica e culturale di luoghi di interesse e di identità per la Regione e allo stesso tempo puntare sulla protezione dei valori dei paesaggi rurali storici, valorizzando i beni della cultura materiale e immateriale, patrimonio della nostra regione. Ci sono più di 56 milioni di euro di finanziamento nell'ambito del Pnrr, con un contributo massimo di 150mila euro per progetto, in forma di cofinanziamento. I finanziamenti saranno legati alla realizzazione di interventi di risanamento e recupero funzionale, di manutenzione e di allestimento di nuovi spazi.

La Regione Puglia – Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio ha approvato con A.D. n. 40 dell’8 aprile 2022, l’Avviso pubblico per la selezione degli interventi da ammettere a finanziamento, nel solco delle prescrizioni fornite dal Ministero della Cultura e condivise con tutte le Regioni, al fine di dare attuazione all’Azione 2.2 del Pnrr ‘Turismo e Cultura’ (M1.C3) dedicata proprio alla ‘Protezione e valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale’ e tutti gli strumenti necessari per la formulazione delle candidature e delle proposte progettuali ad esse connesse.

Sono oltre 56 milioni di euro le risorse della dotazione finanziaria che il ministero della Cultura ha assegnato con D.M. n. 107 del 18 marzo 2022 alla Regione Puglia, a valere sulle risorse del Pnrr, con un obiettivo minimo di progetti finanziati pari ad almeno 375 interventi.

L’Avviso pubblico dispone che le domande possano essere presentate dai soggetti privati (persone fisiche, imprese, enti del terzo settore e organizzazioni culturali, enti ecclesiastici, fondazioni e altre organizzazioni) a partire dalle ore 12 di martedì 19 aprile 2022 esclusivamente tramite l’applicativo predisposto da Cassa Depositi e Prestiti per tutte le Regioni, che sarà accessibile previa registrazione dal seguente link

La procedura di selezione degli interventi da ammettere a finanziamento è una procedura a sportello con valutazione, nella quale dunque l’ordine temporale di arrivo delle domande guiderà l’istruttoria e la valutazione di merito da parte della Commissione. Le domande potranno essere inviate fino alle 17:59 del 25 maggio 2022, e saranno istruite e valutate solo fino a concorrenza delle risorse finanziarie disponibili.



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pnrr, 56 milioni per l'architettura rurale in Puglia: fino a 150mila euro per ogni progetto

FoggiaToday è in caricamento