Quando il mercato asiatico sarà saturo cosa accadrà alla pietra di Apricena?

Severino Minischetti, componente della segreteria provinciale e segretario della Feneal-Uil di San Severo Feneal-Uil, illustra la sua ricetta per valorizzare il comparto

La pietra di Apricena

"La Pietra di Apricena ha un valore aggiunto che non ricade sul territorio perché non abbiamo ancora la capacità di fare sistema e di creare le sinergie interistituzionali necessarie. Risultato questo potenziale abbandona la Capitanata e prende altre vie". A dichiararlo è Severino Minischetti, componente della segreteria provinciale e segretario della Feneal-Uil di San Severo. "La pietra di Apricena è una straordinaria risorsa naturale che contribuisce in maniera massiccia alla formazione del Pil regionale e risente meno di altri settori della crisi congiunturale. Oggi, come oggi, c'è una forte richiesta da parte dei Paesi orientali. Ma fino a quando reggerà? Che cosa accadrà quando il mercato asiatico sarà saturo?", si chiede il dirigente Feneal.

"Come forze politiche e sindacali, come attori dello sviluppo, dovremmo chiederci se siamo nelle condizioni di sostituire i mercati orientali, trattenendo in loco il valore aggiunto". Per Minischetti "la soluzione può arrivare solo riconoscendo a questa risorsa naturale il suo valore culturale. Pensando alla creazione di una "via della pietra" che possa portare ad una “tracciabilità” del prodotto dall’inizio alla fine della filiera; istituendo una Biennale della scultura correlata a nuovi centri di formazione di qualità (esattamente come avviene in realtà del Nord Italia dove scuole di formazione di questo tipo indirizzano i giovani ad un corretto utilizzo di queste risorse), escogitando percorsi di riqualificazione dei centri storici di Capitanata. Dovremmo iniziare a pensare per la Pietra di Apricena ad un percorso di valorizzazione analogo a quello dei nostri prodotti agricoli di eccellenza. E in questo senso è strategico fare in modo che la pietra sia lavorata il più possibile in loco".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il punto di partenza, per il segretario Feneal di San Severo, è "puntare alle sinergie, creare tavoli di discussione ad hoc che mettano a confronto tutti i rappresentanti del Tavoliere, della Capitanata e della Puglia. Insomma, dovremmo fare uno sforzo di umiltà e chiederci tutti insieme che cosa possiamo fare per tutelare ed esportare la pietra di Apricena nel mondo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento