Piano di ridimensionamento scolastico, Morlino: “Obbligati a determinare un taglio”

“Da Sasso comunicazione di compiacimento per come il comune abbia affrontato la situazione, orientando il proprio intervento a salvaguardare la qualità del servizio erogato e le attuali dotazioni organiche”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Stiamo lavorando per seguire l’invito trasmessoci dalla Regione Puglia nelle ultime ore di modificare il piano di ridimensionamento delle scuole di istruzione del 1° ciclo. Questo nuovo intervento ci consentirà di evitare che la situazione venga gestita direttamente a Bari”.

L’assessore comunale di Foggia all’Istruzione Matteo Morlino ha ricevuto da Alba Sasso, assessore regionale al Diritto allo Studio e alla Formazione, una comunicazione di compiacimento per come il comune di Foggia abbia affrontato la situazione, orientando il proprio intervento a salvaguardare la qualità del servizio erogato e le attuali dotazioni organiche.

Ma la Regione chiede che vengono apportate le modifiche seguendo l’art. 19 comma 4 della Legge 111 del 2011 con una gradualità triennale, procedendo immediatamente e per il prossimo anno scolastico all’attuazione di alcuni accorgimenti che significano una ulteriore riduzione.

La Regione apprezza l’azione di tutela determinata, spiega l’assessore all’Istruzione Morlino, ma ci chiede di apportare ulteriori modifiche al piano che porterà una ulteriore riduzione di istituti comprensivi, che ci auguriamo possano essere al massimo di due strutture. Siamo obbligati dalla Legge 111 a determinare un taglio, la strada che abbiamo preso sin dal primo momento è stata quella di evitare squilibri particolari”.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento