rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Economia

Ataf e il piano industriale che non dispiace ai sindacati

I sindacati confidano nel piano industriale alternativo a quello presentato dal CdA dell’azienda. “Il sindaco farà valere la sua grande esperienza politico-amministrativa”

Filt Cgil, Uiltrasporti, Ugl, Faisa Cisal e Conf.a.i.l., organizzazioni territoriali dei lavoratori di Ataf, commentano la notizia di un piano industriale a quello alternativo presentato dal Consiglio d’Amministrazione dell’azienda e degli incontri tra il dirigente De Cesare, Masciello, alcuni consiglieri comunali e la dirigenza di Ataf.

Il piano, elaborato dai componenti delle commissioni Bilancio e Ambiente e Territorio, nasce dall’emendamento approvato nell’ultimo Consiglio comunale in tema di organizzazione del personale delle società partecipate. “Da notizie pervenute circa i suoi contenuti, altre misure da adottare riguarderanno ancora i lavoratori e il loro orario di lavoro che dal 2010 in poi è sempre stato oggetto d’interventi. Ci sembra altresì doveroso affermare come questo piano industriale vada nella direzione degli indirizzi della gestione in tema di organizzazione del lavoro e utilizzo, con razionalità, di tutto il personale, e consente all’azienda di affrontare e superare con metodo le criticità accumulate in questi anni. Aspetto ancor più importante, non mette le mani in tasca dei lavoratori già fortemente alleggeriti dalle diverse ristrutturazioni avvenute negli anni passati”.

I sindacati dei lavoratori concludono: “Cogliamo positivamente la proposta intervenuta e auspichiamo che si ripristinino corrette relazioni industriali tra la proprietà e sindacato, convinti che il clima attuale non giova a nessuno. Siamo sicuri che il sindaco farà valere la sua grande esperienza politica-amministrativa per porre fine a questa vertenza infinita”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ataf e il piano industriale che non dispiace ai sindacati

FoggiaToday è in caricamento