Il ‘Piano Casa’ nella fase operativa, De Leonardis: “Successo targato NCD”

Adesso toccherà agli enti proprietari degli alloggi fissare i programmi per la vendita e il riscatto da parte degli inquilini, che saranno sottoposti al vaglio delle autorità competenti nei tempi fissati dalle nuove normative

Immagine di repertorio

Il ‘Piano casa’ entra nella fase operativa: la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 20 maggio scorso del Decreto Ministeriale Infrastrutture licenziato il 24 febbraio 2015, inerente l’alienazione degli immobili di edilizia residenziale, rappresenta un punto di arrivo e al tempo stesso di partenza di un lungo percorso che ha visto protagonista il Nuovo Centrodestra (oggi Area Popolare) sia a livello nazionale (con l’allora Ministro Maurizio Lupi) che regionale, con il coordinatore – e sottosegretario al Lavoro – sen. Massimo Cassano, il consigliere regionale Giannicola De Leonardis, le segreterie regionali e provinciale particolarmente attenti ai riflessi sul territorio del ‘Piano Casa’.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proprio la nuova disciplina introdotta dalla Legge 80 del 23 maggio 2014 aveva spinto il successivo 7 ottobre De Leonardis a presentare un’interrogazione urgente per sospendere i provvedimenti di sfratto in corso per numerose famiglie in alloggi ex Gozzini riservati alle forze dell’ordine: una questione che era diventata prioritaria in tutta Italia e addirittura una vera e propria emergenza in Capitanata, affrontata e risolta con il buon senso e con un efficace gioco di squadra, dopo aver recepito e fatto proprie le istanze e le preoccupazioni di tantissimi inquilini i quali, dopo una vita al servizio dello Stato, non meritavano certo un trattamento discriminatorio e addirittura vessatorio. Adesso toccherà agli enti proprietari degli alloggi fissare i programmi per la vendita e il riscatto da parte degli inquilini stessi, che saranno sottoposti al vaglio delle autorità competenti nei tempi fissati dalle nuove normative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento