menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Comune di Foggia

Comune di Foggia

Il Comune mette in vendita immobili e lotti, Lisi: “Ribasso del 24% appetibile”

Pubblicati avvisi e bandi di gara per l'attuazione del Piano delle alienazioni. Lisi: "Il buon esito influenzerebbe positivamente l'accesso al salva città"

Il Piano delle alienazioni approvato dal Consiglio comunale entra nella sua fase operativa con la pubblicazione degli elenchi degli immobili che vi sono compresi, a cui si aggiunge il bando di gara per la vendita di 7 lotti.

Il 10 gennaio è stato affisso all’Albo pretorio e pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia e sul sito web del Comune l’avviso con cui si dichiara la futura volontà di procedere alla cessione di 6 aree destinate a strutture religiose e sportive comprese in altrettanti programmi urbanistici complessi realizzati sulla base della legge Gozzini. La superficie catastale complessiva dei terreni è di 37.592 metri quadri. Il bando scadrà il 9 febbraio.

E’ datata 17 gennaio la pubblicazione del bando di gara per l’alienazione di 7 lotti, pari a 37.097 metri quadri, utilizzabili esclusivamente per la costruzione di servizi pubblici in via Smaldone, Via Ghandi, Via Bonante, Via Marangelli, via Fratelli Biondi, via Bozzelli, via Imperiale e via Loffredo. L’importo a base d’asta è, complessivamente, pari a poco più di 15 milioni di euro. Saranno prese in considerazione le offerte a ribasso entro il limite del 24% presentate entro le ore 12.00 del 18 febbraio.

“Il buon esito delle procedure avviate è auspicabile anche perché ci consentirebbe di modulare con maggiore precisione e minori oneri lo schema finanziario in fase di elaborazione per l’accesso al fondo ‘salva città’ – commenta l’assessore al Bilancio Rocco Lisi – Pur in un momento di crisi come l’attuale, riteniamo particolarmente appetibile il ribasso del 24%, anche considerando che i suoli sono tutti in zone di nuova espansione urbanistica già densamente abitate”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento