menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Autobus della Sita

Autobus della Sita

Sita, i sindaci ci ripensano: ristabilito il vecchio percorso da Foggia ai Monti Dauni

Revocata l’ordinanza del 14 aprile scorso. Accolte le lamentele dei cittadini, passo indietro di Motta Montercorvino, Volturara Appula, San Marco la Catola, Celenza Valfortore e Carlantino

Fine dei disagi. Il dirigente del settore ‘Mobilità e Traffico’ del Comune di Foggia ha infatti revocato l’ordinanza numero 63 del 14 aprile scorso con la quale – a seguito di specifica richiesta protocollata l’8 aprile dello stesso mese – i sindaci Motta Montercorvino, Volturara Appula, San Marco la Catola, Celenza Valfortore e Carlantino avevano ravvisato la necessità di rivedere i percorsi in città degli autobus della Sita in arrivo e in partenza, con l’obiettivo di facilitare gli spostamenti dei pendolari e dei lavoratori – da e per Foggia - provenienti dai comuni dei Monti Dauni.

Con il passare dei giorni i primi cittadini hanno evidenziato che il nuovo itinerario aveva provocato più di un disagio ai passeggeri della linea che collega Carlantino, Celenza Valfortore, San Marco la Catola, Motta Montecorvino, Volturara Appula, Lucera e Foggia. Quindi, su specifica richiesta, nei giorni scorsi è stata revocata l’ordinanza precedente e ripristinato il vecchio percorso del servizio extraurbano degli autobus Sita.

A luglio scorso il neo primo cittadino di Carlantino, Vito Guerrera, fresco di vittoria elettorale, aveva chiesto l’immediata revoca dell’atto richiesto dal suo predecessore per ristabilire il percorso storico, che avrebbe permesso ai pendolari e ai lavoratori di guadagnare un’ora di tempo tra andata e ritorno. Dopo le lamentele dei viaggiatori, anche i sindaci degli altri comuni hanno fatto dietrofront, ammettendo, di fatto, il fallimento della sperimentazione.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento