Patronato Enapa: novità sulla disoccupazione agricola

D’ora in poi è obbligo dell’Inps accogliere e liquidare la spettante indennità anche a favore degli OTI

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Ora anche gli operai agricoli a tempo indeterminato (OTI), che vengono licenziati il 31 dicembre dell’anno, hanno diritto all'indennità di disoccupazione agricola come gli operai agricoli a tempo determinato (Art. 32, 1°comma, lett. a) L.265/49).

Lo ha stabilito la Corte Costituzionale (Sent. n. 30/2019) attraverso una attenta interpretazione della specifica normativa valida per il settore agricolo, che mette fine così ad un lungo contenzioso.

D’ora in poi è obbligo dell’Inps accogliere e liquidare la spettante indennità anche a favore degli OTI. Sul piano pratico un OTI licenziato il 31 dicembre 2018, pur avendo maturato 270 o più giornate, potrà richiedere la DS/agr. per il 2019 presentando domanda entro marzo 2020. Per informazioni rivolgetevi al Patronato ENAPA presso i nostri uffici di Foggia e Provincia.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento