Economia

Patrizia Lusi guarda alla Fiera di Foggia: "E' necessaria per il comparto agroalimentare"

La capolista del PD: "E' la cartina al tornasole di una cronica incapacità di programmare e tutelare le nostre istituzioni di maggior prestigio"

Fiera di Foggia (Immagine di repertorio)

La Fiera di Foggia è un tassello fondamentale per lo sviluppo del comparto agroalimentare. Ne è fermamente convinta Patrizia Lusi, capolista del Pd alle Regionali del prossimo 31 maggio, che spiega: "La grave crisi in cui versa la Fiera di Foggia è la cartina di tornasole di una cronica incapacità di programmare e tutelare le nostre istituzioni di maggior prestigio".

"La vicenda, con i suoi pesanti risvolti occupazionali da tenere in grande considerazione, dovrebbe indurci a riflettere. Se chiediamo la valorizzazione del comparto agroalimentare di Capitanata anche e soprattutto in sede regionale, dobbiamo, però, anche essere in grado di programmare il rilancio della Fiera di Foggia. È importante comprendere che siamo ad un bivio: la nuova Amministrazione Regionale farà la sua parte e su questo sono pronta a garantire il mio impegno personale e quello di Michele Emiliano”.

Ma non è sufficiente. “E’ indispensabile che gli enti locali, in qualità di soci fondatori, svolgano la propria funzione istituzionale non solo in relazione al piano industriale e alla salvaguardia dei livelli occupazionali ma anche in rapporto ad un possibile interesse di privati", puntualizza. “Il rilancio della Fiera di Foggia, è un tassello fondamentale per una piena valorizzazione del comparto agroalimentare. Un impegno che, secondo me, a partire da una nuova classe dirigente, deve essere incentrato su tre pilastri: sostenibilità ambientale, tutela delle biodiversità e delle produzioni biologiche, potenziamento degli enti di ricerca". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patrizia Lusi guarda alla Fiera di Foggia: "E' necessaria per il comparto agroalimentare"

FoggiaToday è in caricamento