Gli impianti RFI si 'svecchiano', 12 giovani ferrovieri assunti a Foggia. Cataneo: "Ben venga il ricambio generazionale"

Soddisfatto l’ex consigliere comunale e provinciale foggiano Pasquale Cataneo: “Il ricambio generazionale in atto nel Gruppo Ferrovie dello Stato porterà altre immissioni a breve a Foggia, come nel resto della Puglia, e in tutto il Paese"

Pasquale Cataneo

“Sono particolarmente felice oggi perché altri dodici nuovi e giovani ferrovieri sono stati assunti, con procedure di selezione svolte recentemente, presso l’impianto Officina Manutenzione Ciclica di (l’ex OGR) che si occupa della manutenzione dei treni regionali. Tale apporto di personale è stato preceduto, ieri, con altre sei assunzioni di macchinisti nel settore dei treni a lunga percorrenza".

Così, l’ex consigliere comunale e provinciale foggiano Pasquale Cataneo che proseguendo sottolinea come "si consolida questa storica realtà lavorativa, memore di una storia e di una presenza di oltre 150 anni nel contesto produttivo cittadino e che più volte, nel mio passato anche da sindacalista insieme a miei colleghi ferrovieri più anziani, abbiamo difeso ad esempio da assalti edilizi o dismissioni e mantenuto in esercizio e con un futuro attraverso una diversificazione produttiva da automotrici diesel ad elettrotreni, perché fosse preservata come occasione di lavoro per i nostri giovani”.

Il politico foggiano si è occupato agli inizi degli anni 2000, nel suo pregresso impegno sociale da sindacalista responsabile del mercato del lavoro, di porre le basi di un accordo tripartito a Foggia, quando non era stata già definita legislativamente l’attuale alternanza Scuola-Lavoro, tra le FS (OGR), il sindacato (la Cisl) e la scuola (Itis Altamura) con una duplice formula. La prima definita scuola-lavoro, con la quale molti ragazzi dell’ITIS foggiano fecero 80 ore di esperienza in officina e 40 in istituto per l’acquisizione delle modalità di redazione del proprio curriculum vitae, di come si sostenere un colloquio di lavoro e in approfondimenti giuridici sul tema della Sicurezza sul  Lavoro. Questa alternanza è tutt’oggi attiva (non solo ITIS ma anche con l’IPSIA Pacinotti) solo che non ha l’altra parte, direzione lavoro-scuola.

La seconda formula, associata alla prima, fu introdotta e definita lavoro-scuola (che ancora oggi non è prevista nel livello di collaborazione e nell’ottica del lifelong learning o apprendimento permanente o continuo tra Territorio e Aziende) con il quale i lavoratori delle OGR (oggi OMC) e dell’Officina del Deposito locomotive (oggi IMC), entrambe a Foggia, andarono a scuola, nell’ITIS S. Altamura oggi ITS, per formarsi al sistema Autocad da poco in possesso dell’altrettanto importante Istituto foggiano per una osmosi fondamentale Azienda-Territorio.  Questa esperienza innovativa, a differenza della prima attività poi istituzionalizzata, è stata troncata.

“Sono convinto che il ricambio generazionale, in atto nel Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane spa, potrà portare altre immissioni a breve a Foggia, come nel resto della Puglia, e in tutto il Paese. Sul sito sono già in atto procedure di selezione come ad esempio quella da 'Operatore Manutenzione Infrastruttura RFI', la cui scadenza per la presentazione delle domande è prevista per il prossimo 10 settembre", chiosa Pasquale Cataneo che è stato anche l’estensore della mozione divenuta delibera del consiglio comunale e di quello provinciale di Foggia sull’Hub intermodale e la 2^ stazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Mi auguro infine che altri ragazzi, come quelli che hanno frequentato quei corsi nel passato e che sono in servizio da anni in OMC e quelli assunti oggi, possano essere impiegati in questo glorioso impianto, o nell’altra altrettanto storica Officina (IMC) e/o nelle altre strutture ferroviarie, per realizzare il loro progetto di vita, senza essere costretti ad andar via continuando a rafforzare un legame, stretto e radicato, che le Ferrovie hanno con Foggia e che nemmeno la tragedia funesta dei bombardamenti nel '43 ha avuto la forza di interrompere. Per mio conto, con o senza incarico o ruolo politico, sto continuando ad impegnarmi perché le generazioni attuali e future abbiano le stesse opportunità  e, soprattutto, occasioni di lavoro che ho avuto  la fortuna di avere grazie a questa Azienda”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento