rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022

Il pane di Monte alza l'asticella: diventerà un presidio Slow Food

Tutti i panificatori di Monte Sant'Angelo firmano il disciplinare che porta al presidio Slow Food

A Monte Sant'Angelo è nata l'associazione dei panificatori, un presidio slow food del principale alimento della città dei due siti Unesco, la cui particolarità è il lievito madre, spiega Donato Taronna: "E' un progetto importantissimo cominciato nel 2019, causa pandemia siamo stati costretti a sospenderlo". Il livello di qualità si alza per due ordini di motivo: perché i panificatori dovranno attenersi al disciplinare e perché verrano utilizzati i grani antichi del Tavoliere. "Abbiamo lavorato tanto per promuovere questa filiera e finalmente iniziano ad arrivare i frutti. Continueremo a sostenerli, continueremo a promuovere a livello nazionale questa eccellenza come abbiamo fatto in questi anni. Continuiamo a dare risposte concrete e opportunità alle nostre imprese e al nostro territorio" il commento del sindaco Pierpaolo D'Arienzo. Così Marcello Longo, presidente Slow Food Puglia: "Stiamo cercando di poter consegnare a coloro che verranno dopo di noi un prodotto nuovo, pullito e giusto".

Video popolari

Il pane di Monte alza l'asticella: diventerà un presidio Slow Food

FoggiaToday è in caricamento