In Viale Europa lampioncini pubblici accesi anche di giorno

La denuncia è dell'avvocato Maurizio Antonio Gargiulo: "Chiamando al numero verde affisso sul palo della luce, si scopre che l'illuminazione pubblica non è più gestita da quella società privata"

In un periodo in cui il sistema economico ha raggiunto il punto più profondo di una crisi economica congiunturale, dove il livello della produzione è particolarmente basso e la disoccupazione estremamente elevata, in un periodo di tagli ed aumenti (vedi Tarsu e Piano Parcheggi), il Comune di Foggia dovrà fare i conti con le denunce dei cittadini sugli sprechi pubblici. Anche con quella firmata avv. Maurizio Antonio Gargiulo.

I lampioncini pubblici di Viale Europa sono rimasti accesi per parecchi giorni – denuncia Gargiulo – “Cosa più assurda è che chiamando il numero verde affisso sul palo della luce, si scopre che l’illuminazione pubblica del capoluogo dauno non è più gestita da quella società privata” – aggiunge l’avvocato foggiano.

Sarebbe quindi opportuno procedere a nuova catalogazione dei pali della luce e a prestare un pò più d’attenzione per migliorare la qualità della vita ed evitare sprechi inutili” conclude l’avv. Maurizio Antonio Gargiulo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Coronavirus: 75 casi in provincia di Foggia, in Puglia sono 301 e tre morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento