rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Economia

Pale eoliche, olandesi pronti ad investire 45 milioni di euro: Foggia è una delle tre opzioni con Bari e Taranto

Appello di Giannicola De Leonardis alla Regione Puglia: “Foggia non può sempre e solo essere considerata come un territorio da depredare, e da ignorare invece quando arrivano opportunità in grado di garantire ossigeno a un’economia martoriata e allo stremo”

Il vicepresidente del Consiglio regionale e consigliere regionale di Fratelli d’Italia Giannicola De Leonardis interviene sulla intenzione dei vertici della società olandese Wind Energy Solution, di investire 45 milioni di euro nella produzione e nell’assemblaggio di pale eoliche, rispetto alla quale incontreranno l’assessore allo Sviluppo economico Alessandro Delli Noci e dirigenti di Puglia Sviluppo per valutare la possibile, futura collocazione dello stabilimento in itinere da 6mila metri quadri coperti, con relativi spazi esterni dove collocare i prodotti da realizzare e poi collocare sul mercato. “Si tratta di una decisione rilevante, destinata a incidere notevolmente sul territorio anche per il Contratto di Sviluppo che attraverso l’Agenzia nazionale per l’attrazione agli investimenti potrebbe garantire ulteriori 27 milioni per sostenere l’iniziativa, e occupazione garantita a un centinaio di unità lavorative, senza considerare l’indotto” evidenzia De Leonardis.

Il vicepresidente del Consiglio regionale non dimentica di rimarcare che in base alle necessità espresse dalla società in merito alla collocazione, sono in campo tre opzioni, a Bari, Taranto e nella provincia di Foggia. “Mi permetto di ricordare che proprio la provincia di Foggia è da decenni ormai un serbatoio di assoluto rilievo nazionale per la produzione di energie alternative, e l’impatto sul territorio è stato devastante, con grandi profitti per le aziende interessate e ritorni irrisori, sia in termini economici che di immagine, per le comunità interessate: presenta quindi molteplici siti in grado di soddisfare le richieste della Wind Energy Solution. Per questo auspico che il governo regionale spinga per una soluzione in grado di garantire anche uno sviluppo equilibrato tra le varie province, perché quella di Foggia non può sempre e solo essere considerata come un territorio da depredare, e da ignorare invece quando arrivano opportunità in grado di garantire ossigeno a un’economia martoriata e allo stremo. Un territorio che paga anche la pluridecennale mancanza di un esponente di provenienza nell’esecutivo in un ambito delicato come quella dello Sviluppo economico, non colmata da contentini elargiti in modo sporadico”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pale eoliche, olandesi pronti ad investire 45 milioni di euro: Foggia è una delle tre opzioni con Bari e Taranto

FoggiaToday è in caricamento