Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pioggia di contributi ma effetti della Brexit sulla PAC. Pilati: "Siamo già al lavoro per i nostri imprenditori"

 

L'ombra della Brexit sulla PAC post 2020, a Foggia la Coldiretti analizza il dato negativo delle esportazioni italiane nel 2017 in Gran Bretagna, dall'agroalimentare alla moda, del il 12% in meno. In controtendenza la Puglia, che tiene e aumenta di quasi 12 milioni di euro il valore delle esportazione rispetto all'anno precedente. Vino e comparto ortofrutticolo hanno compensato il calo di pasta e formaggi.


Con la svalutazione della sterlina è diventato in ogni caso più caro per gli inglesi acquistare cibi stranieri e Made in Italy . Secondo Coldiretti gli effetti della Brexit costringerà gli inglesi a cambiare la propria alimentazione e ha già portato la Commissione Ue, dopo l’uscita della Gran Bretagna, a prevedere sul primo bilancio pluriennale una riduzione complessiva per le spese di Politica Agricola Comune che ammonta al 9,5% a prezzi correnti. 

Dal 2023 contributi a pioggia della Politica Agricola, ma mirati. Che cosa fare?

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento