Edilizia scolastica, Rizzi: “Facciamo richiesta d’accesso ai fondi per l’otto per mille”

Le amministrazioni locali hanno tempo fino al 30 settembre (data slittata di 30 giorni) per presentare richiesta ed essere destinatari della ripartizione dell’otto per mille ai fini sopra descritti

Vincenzo Rizzi

Il consigliere comunale di Foggia, Vincenzo Rizzi, eletto tra le fila del Movimento 5 Stelle, ha fatto protocollare una richiesta indirizzata al sindaco e al presidente del Consiglio, affinché convochi in tempo utile le rispettive assemblee al fine di attivare tutte le procedure amministrative per individuare gli interventi da realizzare e presentare, entro il 30 settembre 2014, una richiesta al governo di accesso ai fondi destinati all’otto per mille per l’adeguamento strutturale e l’efficientamento energetico degli edifici scolastici di propria competenza.

A partire da quest’anno - grazie ad un emendamento presentato dal gruppo parlamentare dei cinquestelle,  all’articolo 1, comma 26, alla legge 27 dicembre 2013, numero 147 (legge di stabilità), in modifica della L. 222/1985 che regolamenta la disciplina della destinazione della quota dell’otto per mille dell’Irpef a gestione statale - si aggiunge alle quattro tipologie “fame nel mondo, calamità naturali, assistenza ai rifugiati, conservazione dei beni culturali” una quinta tipologia costituita dall’edilizia scolastica includendo “ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento antisismico ed efficientamento energetico degli immobili di proprietà pubblica adibiti all’istruzione scolastica”.

Nel corso del Consiglio dei Ministri di mercoledì 23 luglio è stato approvato uno schema di regolamento che modifica ed integra il decreto del presidente della Repubblica 10 marzo 1998 numero 76, che specifica criteri e procedure per l’utilizzazione della quota dell’otto per mille dell’Irpef devoluta alla diretta gestione e la manutenzione del patrimonio di edilizia scolastica.

Posto che le amministrazioni locali hanno tempo fino al 30 settembre (data slittata di 30 giorni) per presentare richiesta ed essere destinatari della ripartizione dell’otto per mille ai fini sopra descritti. Nella giornata del 23 settembre in commissione Bilancio il M5S ha finalmente sbloccato la modifica al regolamento sul fondo otto per mille per l’edilizia scolastica.

Il Governo ha concesso la proroga di almeno un mese per la presentazione delle domande da parte degli enti locali proprietari di immobili adibiti ad uso scolastico. Su indicazione del M5S la commissione ha inoltre imposto al Governo una condizione all’utilizzo delle risorse per soli fini di ristrutturazione di edifici scolastici.

Purtroppo il Fondo Edifici di Culto è ancora presente per volontà del Governo in quanto caso unico di fondo pubblico (di proprietà del ministero dell’interno) che contempla tra gli immobili di proprietà anche dei locali adibiti a scuole presso il Comune di Monreale (PA).

Potrebbe interessarti

  • A spasso nel Gargano e quella torre che si affaccia sul mare cristallino tra i laghi di Lesina e Varano

  • Come allontanare api, vespe e calabroni: alcuni rimedi naturali

  • Gargano da amare: dai faraglioni di Mattinata al castello di Manfredonia, dalla Basilica di Siponto alla grotta di San Michele

  • Come proteggere la casa dai ladri in estate

I più letti della settimana

  • Voleva togliersi la vita, Roberta lo ha salvato e poi il blackout: così Francesco l'ha uccisa a mani nude

  • Tragedia sulla Statale 16, terribile scontro tra Lesina e San Severo: un morto e un 24enne trasportato in ospedale

  • Ultim'ora | Vento forte, grandine e fulmini sul Gargano: il maltempo minaccia l'estate in Capitanata

  • San Severo sotto shock piange Roberta Perillo: "È in un altro mondo, dove esiste amore autentico"

  • Ultim'ora | Omicidio a San Severo, giallo in via Rodi: uccisa una donna

  • "Non l'ho uccisa perché voleva lasciarmi", ma Roberta non c'è più. La denuncia sui social: "Le amiche sapevano, nessuno l'ha ascoltata"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento