Pediatria San Severo, dopo la 'bufera' dietrofront dell'ASL Fg: ripristinati i ricoveri, 'sos' a Manfredonia e Cerignola

Il dg Piazzolla ha firmato una “disposizione organizzativa urgente” sul ripristino dei ricoveri nel reparto sanseverese a far data dal 1 gennaio 2020. La disposizione fa seguito alla sospensione temporanea del servizio firmata il 24 dicembre

Pediatria al ‘Masselli Mascia’, l’Asl di Foggia corre ai ripari. Dietrofront del direttore generale, Vito Piazzolla, che ha firmato una “disposizione organizzativa urgente” sul ripristino dei ricoveri nel reparto sanseverese a far data dal 1 gennaio 2020. La disposizione fa seguito alla sospensione temporanea del servizio nel nosocomio firmata il 24 dicembre, vigilia di Natale, che ha scatenato ira e polemiche. Il provvedimento è stato inviato al direttore medico Antonietta Costantino, al direttore medico di Cerignola Daniela Pedà, a quello di Manfredonia Pierpaolo Ciavarella, al direttore del reparto di Pediatria di Cerignola, Angelo Acquafredda, e al direttore del reparto di Pediatria e Neonatologia di San Severo, Matteo Mariano. “Con la presente – scrive Piazzolla – si dispone che la S.V., unitamente ai direttori medici dei PP.OO. di Cerignola, Manfredonia e al direttore della S.C. di Pediatria del P.O. di Cerignola, provveda alla copertura dei turni di servizio dei Dirigenti Medici Pediatri, finalizzati ad assicurare la continuità assistenziale sui posti letto di Pediatria e del punto nascita di San Severo, con decorrenza dal 1/01/2020”.

Scongiurato dunque il rischio chiusura, l’Asl è corsa ai ripari chiedendo aiuto agli presidi ospedalieri. Soddisfatto il sindaco, Francesco Miglio, che ha avviato immediatamente l'interlocuzione con Piazzolla per scongiurare il rischio sospensione. Pressing che ha evidentemente centrato l'obiettivo. "Il reparto di Pediatria deve andare a regime - dichiara Miglio a Foggiatoday - atteso che riguarda un'utenza non solo del Comune di San Severo ma dei Comuni dell'Alto Tavoliere, quindi intorno alle 100mila persone. L'auspicio è che vi possano essere atti amministrativi finalizzati a dare al reparto una dotazione di medici pediatri congrua nel numero rispetto alle esigenze. L'impegno della Direzione sanitaria col sottoscritto è quello di portare un numero di pediatri pari a cinque già nel mese di gennaio. La dotazione organica deve essere almeno pari al reparto di Cerignola, ossia 7".

In mattinata Piazzolla aveva rassicurato le parlamentari M5S foggiane Rosa Menga e Carla Giuliano e la consigliera regionale Rosa Barone, che hanno incontrato il dg. “Un incontro che le portavoce pentastellate chiedevano da diverso tempo – è scritto in una nota stampa -, proprio per cercare di far fronte alla situazione della Pediatria di San Severo che negli ultimi mesi si era trasformata da complicata in emergenziale a causa della carenza di organico. Basti pensare che a garantire la copertura dei turni nelle 24 ore erano solo 2 medici, impegnati anche nella gestione del punto nascita”. “A loro va riconosciuto il merito - scrivono Menga, Giuliano e Barone - di aver svolto un lavoro encomiabile, sacrificando riposi, permessi e ferie pur di garantire la continuità del servizio e dell’assistenza ai piccoli pazienti di entrambi i reparti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma l’emergenza vissuta a San Severo non è la sola criticità che è stata affrontata nel corso dell’incontro di questa mattina. “Quella della mancanza di medici è, infatti, una piaga che riguarda l’intero territorio nazionale dovuta a decenni di errata, se non addirittura inesistente, programmazione dei fabbisogni delle aziende sanitarie. Già in questa Legge di Bilancio – dichiarano - abbiamo previsto lo stanziamento di nuove risorse che possano finanziare sempre più borse di specializzazione. Ma ci impegniamo a lavorare a nuove iniziative legislative che possano far fronte a questa carenza strutturale di medici formati” concludono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sette casi in Puglia: quattro nuovi contagiati nel Foggiano

  • Terribile incidente stradale a Cerignola: 21enne muore sul colpo, 'miracolati' altri due giovani

  • Intenso nubifragio su Foggia: allagamenti e black out in città, chiuso il sottopasso di via Scillitani

  • Il mare agitato tiene 'in ostaggio' 7 persone (tra cui 3 bambini): militare di Amendola si tuffa in acqua e le salva: "Ho temuto anch'io"

  • Dal Lussemburgo alla Puglia per le ferie: 6 turisti positivi al Covid-19, erano partiti senza attendere i risultati del test

  • "Non posso 'chiudere' la Regione". Emiliano ai prefetti: "Regole ferree: dobbiamo convivere col virus"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento