A Foggia audizione su olio e prodotti contraffatti. Ferrandino: "Rafforzare controlli ai porti d'ingresso"

Ferrandino a margine della Commissione anti-contraffazione: "Rete ai porti d'ingresso, più tracciabilità e trasparenza sulle importazioni". Per la Cia, prioritario l'asse salubrità-qualità costituito da consumatori e produttori

Il tavolo della Commissione anticontraffazione

“L’audizione e la visita che la Commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno della contraffazione ha svolto in Puglia, a Foggia, è un segnale di grande attenzione. L’agroalimentare rappresenta una quota consistente del Made in Italy e merita valorizzazione e tutele crescenti”.

A margine della missione in Capitanata, è Michele Ferrandino, presidente provinciale di Cia Agricoltori Italiani Foggia a esprimere il proprio apprezzamento per il confronto e il dialogo con la Commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno della contraffazione nell’audizione che si è tenuta ieri, martedì 4 aprile, presso la Prefettura del capoluogo foggiano.

La missione è stata specificamente dedicata ad approfondire il tema dell’adulterazione di cibi, con particolare attenzione all’olio extravergine d’oliva. Guidata dal presidente Mario Catania e dalla vice presidente Colomba Mongiello, la Commissione ha visitato gli impianti produttivi e gli uliveti della coop Bella della Daunia (Cerignola) e dell’azienda Moffa (Torremaggiore).

Nel pomeriggio, in Prefettura, la Commissione ha svolto audizioni con i vertici territoriali delle Forze dell’Ordine e della magistratura, e con i rappresentanti delle organizzazioni agricole per raccogliere informazioni e suggerimenti da riportare al Parlamento e al Governo con l’obiettivo di migliorare la legislazione in materia di prevenzione e contrasto della contraffazione alimentare.

Sul piano locale, emerge con chiarezza l’esistenza di organizzazioni criminali, non a carattere mafioso, che operano nell’area di Cerignola, con anche collegamenti internazionali. “Serve un ulteriore rafforzamento dei controlli ai porti d’ingresso”, ha dichiarato Ferrandino. “In Puglia i tentativi di frode internazionali sono più frequenti poiché è nella nostra regione che si concentra la parte maggiore della produzione italiana di olio”.

“E’ fondamentale contrastare la pratica del sottocosto, perché è quasi impossibile che un olio venduto a 3 euro al litro possa essere un vero extravergine d’oliva. Il primo controllo spetta dunque ai consumatori, ponendo attenzione a ciò che vedono negli scaffali dei supermercati. Serve una maggiore collaborazione anche dalla grande distribuzione, affinché valorizzi e privilegi la qualità e la salubrità dei prodotti. Sugli scaffali non può e non deve finire di tutto”, ha aggiunto Ferrandino.

“La piena tracciabilità e trasparenza dell’olio e dei prodotti agroalimentari importati dall’estero deve essere garantita e verificata, con regole rigorose e severe come accade, giustamente, per i prodotti italiani”, ha insistito il presidente provinciale di Cia Foggia. “Stiamo attenti ai residui degli agrofarmaci che possono trovarsi in molti prodotti provenienti dall’estero: in Italia abbiamo norme più stringenti che vietano certi prodotti chimici. La sleale concorrenza è, al pari delle contraffazioni, uno dei fenomeni che più danneggiano i consumatori e i produttori".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Smantellata organizzazione mafiosa: 48 arresti nel blitz 'Gran Carro', misure cautelari anche in provincia di Foggia

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

  • Coronavirus, altri 13 morti in Puglia: i nuovi contagi sono 772

  • Attimi di terrore sulla A16: conflitto a fuoco tra polizia e ladri all'altezza di Candela

  • Coronavirus, l'infezione circola in 53 comuni foggiani: salgono a otto le 'zone rosse'. Covid-free nove comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento