Elliott presenta l'offerta per la 'Manfredonia Vetro', cassa integrazione prorogata ai 200 lavoratori

Ad annunciarlo con un post su FB è stato l’on. Michele Bordo. Riccardi e D'Arienzo, sindaci di Manfredonia e Monte Sant'Angelo, rivelano la presentazione di un'offerta da parte del fondo di investimento americano

L'azienda tra Monte Sant'Angelo e Manfredonia

Questa mattina con un post su Facebook l’on. Michele Bordo ha aperto la giornata con una buona notizia per i lavoratori della Manfredonia Vetro: “Ce l’abbiamo fatta: nella notte la Commissione Bilancio ha approvato l'emendamento che consente, tra l'altro, la proroga della cassa integrazione in deroga”. Le famiglie dei circa 200 lavoratori possono tirare, quindi, un sospiro di sollievo. Nella seduta notturna della Commissione Bilancio è stato approvato l'emendamento alla Legge di Stabilità - firmato dallo stesso Bordo e dai deputati pugliesi del PD Mongiello, Ginefra, Grassi e Pelillo - che consente alle regioni di autorizzare, per un periodo massimo di 12 mesi, le proroghe in continuità delle prestazioni di CIGD concesse entro la data del 31 dicembre 2016 ed aventi durata con effetti nel 2017. "Il Natale dei dipendenti della Manfredonia Vetro sarà senz'altro più sereno e sono fiducioso che nel 2018 potremo cogliere i frutti del lavoro svolto a livello istituzionale e politico per far ripartire l’impianto e la produzione" ha aggiunto il deputato sipontino.

Sempre questa mattina, il sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi, ha rivelato l'esistenza dell’offerta vincolante, con cauzione, per l’acquisizione dell’intero stabilimento, presentata dal fondo di investimento americano Elliott: "Soddisfatto per queste novità positive, che si riflettono sulla vita delle famiglie dei circa 200 dipendenti Manfredonia Vetro, invito tutti a non mollare la presa ed a continuare in questo proficuo gioco di squadra, portato avanti grazie alla tenacia mostrataci dai lavoratori, per dare maggiore dignità ad una vertenza occupazionale che merita di essere affrontata e risolta, senza ulteriori tentennamenti. La battaglia non finisce qui ma, anzi, continua per rilanciare un sito produttivo che è stato abbandonato frettolosamente e solo in virtù di logiche di opportunismo imprenditoriale che nulla hanno a che fare con il merito, le elevate capacità e la professionalità delle maestranze Manfredonia Vetro".

Anche il sindaco di Monte Sant'Angelo, Pierpalo D'Arienzo ha evidenziato l'importanza della proposta di Elliott di acquisire l'intero sito e tutto il magazzino con un piano industriale che vede da qui a 24 mesi la riapertura dello stabilimento e la ricollocazione di tutti i dipendenti: "Ringraziamo la Regione Puglia e i lavoratori per non aver mai smesso di sperare, per aver difeso il loro lavoro e nel contempo il territorio. Alla curatela ora chiediamo l’annullamento delle procedure messe in atto di vendita del vetro, di sospendere il bando per la messa in vendita dello stagno e di far partire nel più breve tempo possibile l’asta. Questa è veramente una bellissima notizia per la nostra comunità, per le nostre circa 90 famiglie coinvolte, per l’intero territorio. Sarà un Natale più felice, per loro, per noi, per tutti".

Soddisfatto anche il vicepresidente del Consiglio regionale Giandiego Gatta: "Avevamo chiesto al presidente Emiliano un impegno 'di ferro' a tutela dei 200 dipendenti e dell'indotto della Manfredonia Vetro ed oggi non possiamo che gioire per una bella notizia: sarà Natale anche per i lavoratori dello stabilimento di Manfredonia. L'autorizzazione alla proroga della Cassa Integrazione, così come da emendamento al Bilancio 2018 approvato dalla competente commissione parlamentare, è una grande notizia per i dipendenti della Manfredonia Vetro, ma anche per tutti i 600 pugliesi che lavorano per altre aziende e si trovano in situazioni simili. Adesso che è stato raggiunto un risultato importante, che restituisce a centinaia di famiglie la serenità, sia pur momentanea, auspicata da tutti noi, bisogna profondere ogni energia per l'effettivo rilancio industriale. Il fondo finanziario Elliot ha già versato un milione di euro come cauzione per rilevare gli stabilimenti e da questo momento terremo altissima l'attenzione affinché le attività industriali riprendano a pieno regime. Con gioia e sincera vicinanza, ai tanti amici dipendenti che hanno vissuto giorni di amarezza e preoccupazione per il futuro, vogliamo fare i migliori auguri di buon Natale e, soprattutto, di buon 2018. Un anno che verrà all'insegna del lavoro "buono", faticoso ma giusto, in grado di soddisfare le esigenze delle famiglie e garantire un futuro ai figli". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

Torna su
FoggiaToday è in caricamento