menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Nero di Troia prodotto più venduto dal Consorzio Start Capitanata

Bene il caffè torrefatto a Lucera, le marmellate di Rodi Garganico e l'olio di Ascoli Satriano. A giugno 2012 buyers internazionali a Foggia per il progetto "Contact executive"

Sopravvive chi ha sostenuto il prodotto locale. Dopo le vendite del periodo natalizio, il Consorzio Start Capitanata traccia un primo bilancio sulle vendite dei prodotti locali dei propri soci che evidenziano un dato di fatto incoraggiante: chi ha offerto un buon prodotto locale a prezzi ragionevoli ha ottenuto dai clienti una risposta positiva.

Facendo una prima stima dei prodotti più venduti dal CSC, il vincitore assoluto è il vino ed in particolar modo il “Nero di Troia”. Tra le sorprese più inaspettate e interessanti emerge il caffè torrefatto a Lucera, i prodotti trasformati dagli ortaggi e le creme in olio extravergine d’oliva, poi le marmellate di Rodi Garganico e l’olio di Ascoli Satriano.

Interessante risposta anche per gli spumanti di Apricena e le passate di pomodoro di Segezia e Orsara di Puglia. Nella speciale classifica si inserisce anche il prodotto artigianale con i lavori in terracotta e quello editoriale con alcuni libri di scrittori locali.

Importante il nuovo modo di operare all’esterno. Le imprese consorziate, ormai diventate più di trenta, lavorano in regime concorrenziale ma contro i prodotti esterni alla provincia di Foggia. Ad esempio, tra le cantine del consorzio si nota molto spesso uno spirito di collaborazione per portare avanti il made in Capitanata. Non importa chi vende la bottiglia, la cosa importante che sia una cantina della provincia di Foggia.

Per il 2012 si prospetta un anno interessante con l’apertura al mercato della ristorazione della “Carta dei vini” (presentata qualche settimana fa con Confcommercio) e delle gastronomie con gli oltre 150 prodotti proposti dal Consorzio.

Con la possibilità di operare una scelta basata sul prezzo e la qualità, il consumatore ha la possibilità di fare la spesa anche solo con i prodotti locali. Il Consorzio lavorerà per garantire lo sviluppo delle piccole imprese ma per far questo è necessario che si rafforzi il legame con i commercianti locali. Si garantiranno organizzazione delle consegne e dei servizi per la vendita. Saranno, comunque, tante le novità per il prossimo anno. Quella più importante su cui si sta lavorando è il progetto “Contact executive” rivolto ai buyers stranieri.

Si terrà una due giorni di incontri, nel mese di giugno, per la stipula di contratti per esportare i prodotti agroalimentari e artigianali della provincia di Foggia e per promuovere il turismo. Saranno incontri operativi a cui prenderanno parte i nostri partner come Confagricoltura, Copagri, dove gli acquirenti dialogheranno in modo concreto per dare immediata esecutività alle decisioni.

Un piccolo market di qualità, dove i buyers potranno fare la “spesa” ricevendo a destinazione l’ordinativo cumulativo di tutte le aziende scelte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento