Mulino del Caldoli, pubblicato l’avviso esplorativo per il recupero della struttura

Il complesso immobiliare è oggi in disuso, ma in passato era destinato a scopi agricoli e, parzialmente, quale maneggio di una comunità di recupero tossicodipendenti

Il complesso immobiliare, di forte valenza storica e culturale, è oggi in disuso ma in passato era destinato a scopi agricoli e, parzialmente, quale maneggio di una comunità di recupero tossicodipendenti; fino ai primi anni del ‘900 il mulino era utilizzato per la nproduzione di energia elettrica da fonte idrica

Da martedì 21 novembre viene pubblicato l’avviso esplorativo per acquisire manifestazioni di interesse alla gestione del “Mulino del Caldoli”, mediante lo strumento della finanza di progetto, per la conversione della struttura a scopi sociali.

In base agli indirizzi del Consiglio di Amministrazione, che ha approvato lo scorso ottobre (delibera n.44/2017) apposite linee guida, si è dato avvio alla ricerca di un promotore interessato alla concessione del centro aziendale denominato “Mulino del Caldoli”, in località San Nazario, di proprietà della ASP.

Il complesso immobiliare, di forte valenza storica e culturale, è oggi in disuso ma in passato era destinato a scopi agricoli e, parzialmente, quale maneggio di una comunità di recupero tossicodipendenti; fino ai primi anni del ‘900 il mulino era utilizzato per la nproduzione di energia elettrica da fonte idrica. La ASP intende procedere al recupero funzionale del centro, attraverso la ristrutturazione dell’intero complesso, per porre in esercizio strutture turistico-ricettive con impiego prevalente di soggetti diversabili, in coerenza con le finalità statutarie dell’ASP.

“La scadenza per la presentazione delle proposte è fissata alle ore 12,00 del 29 giugno 2018, data la complessità della procedura e la necessità di predisporre una progettualità molto articolata, che deve coniugare attività edilizie, attività sociali ed attività commerciali in una logica di integrazione tra le esigenze di sostenibilità finanziaria, con quelle di tutela dei beni culturali, di sviluppo del territorio e, aspetto più significativo ma di pari importanza, di azioni concrete nel campo del benessere sociale e di attenzione ai soggetti svantaggiati. Tale integrazione è possibile solo attraverso forme avanzate di partenariato pubblico/privato, secondo la recentissima modifica del codice dei contratti che ha rimodulato le procedure del cd. ‘Project financing’”, precisa il presidente dell’Aps ‘Vincenzo Zaccagnino’ Patrizia Lusi. .

L’avviso esplorativo, emanato ai sensi dell’art.183 D.Lgs. 50/2016, modificato dal successivo D.Lgs. n.56/2017, è scaricabile in formato pdf con gli allegati sul sito internet dell’ASP www.aspzaccagnino.it alla Sezione “Bandi ed Avvisi” dell’Albo on- line.

“L’ASP auspica che ci sia un ampio ed approfondito interesse per l’iniziativa, confidando nelle concrete possibilità di sfruttare al meglio sia la posizione degli immobili, a poca distanza dallo svincolo della strada a scorrimento veloce del Gargano, sia le peculiari caratteristiche della struttura, essendo evidentissime le forti potenzialità paesaggistiche (con una torretta per l’affaccio sulla laguna di Lesina e la vista delle Isole Tremiti) e turistico-culturali, che ne possono garantire con un serio progetto imprenditoriale significativi ritorni economici atti a rendere sostenibili le attività a valenza sociale”, dichiara la Lusi.

Per la più ampia diffusione, l’avviso sarà esteso non solo agli enti territoriali (Regione Puglia, Provincia di Foggia ed i sei Comuni nei quali ricadono i terreni dell’ASP – San Nicandro Garganico, Apricena, Foggia, Lesina, Poggio Imperiale e San Severo), ma anche alla CCIAA di Foggia, alle federazioni ed organizzazioni regionali e nazionali del Terzo Settore e del Settore Agricolo; inoltre, si ha in animo di pubblicarne un estratto su giornali specializzati, su siti tematici del web e, al fine di allargare al massimo la conoscibilità dell’avviso e la platea dei possibili interessati a proporsi come promotori, di attuare specifiche comunicazioni o inserzioni in particolari occasioni (fiere e convegni specializzati inerenti il welfare, l’agricoltura ed il turismo, eventi specifici, etc.).

Maggiori informazioni possono essere chieste agli uffici dell’ASP per telefono al

n.0882/430692 o con richieste a mezzo PEC: aspvincenzozaccagnino@legalmail.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Saturimetro: cos'è e quali sono i modelli migliori in commercio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento