Basta monetine da 1 e 2 centesimi, produrle costa molto di più

Così Arcangelo Sannicandro, deputato di Sinistra Ecologia e Libertà, gruppo parlamentare che ha presentato la mozione per sospendere la produzione delle monetine

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Via libera dell’Aula della Camera alla mozione  targata Sinistra, Ecologia Libertà su iniziative per la sospensione del conio delle monete da 1 e 2 centesimi. Le monetine da uno, due e cinque centesimi costano molto più di quel che valgono.

Il loro costo di produzione, cioè, è maggiore del valore nominale delle monete. Per fare un centesimo si spendono 4,5 centesimi di euro; per fare la monetina da due centesimi, 5,2; solo per quella da cinque centesimi si va quasi in pari: 5,7 centesimi di cost.

E la loro inefficienza è dunque ben più grave del fastidio di resti impossibili, tasche piene e portamonete gonfi. Il risparmio che si potrebbe ottenere, sospendendo anche solo le monete da uno e due centesimi, è di 21 milioni di euro l’anno.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento