Economia

Minaccia Xylella in Capitanata? Piemontese: "Preserviamo gli ulivi con una profilassi incisiva"

Il batterio è arrivato fino ad Oria. Per 'giocare in anticipo' e difendere gli ulivi dello Sperone di Puglia, il segretario provinciale del PD propone "arature e controlli fitosanitari per difendere gli ulivi delle campagne foggiane"

Allarme Xylella, sempre più pressante. Il batterio è arrivato a Oria, ma non sappiamo se si è diffuso ancora più a nord rispetto al Salento dove si concentra maggiormente un’emergenza che non è nata certo quest’anno, né l’anno scorso. Pertanto, per ‘giocare in anticipo’ e difendere gli ulivi dello Sperone di Puglia, il segretario provinciale del PD, Raffaele Piemonte propone “arature e controlli fitosanitari per difendere gli ulivi delle campagne foggiane”.

“Bellezza, paesaggio, identità, certamente. Ma, per la provincia di Foggia, gli ulivi sono parte della vita di intere comunità, pilastro dell’economia agro-alimentare, giacimento di qualità riconosciute a livello mondiale”, spiega Piemontese. “Il dibattito della comunità scientifica sulla Xylella e sulle tecniche più adeguate per contrastarne l’ulteriore diffusione non può frenare azioni energiche per mettere in sicurezza il resto del patrimonio olivicolo della regione”.

Proprio questa “imprudenza che abbiamo alle spalle”, puntualizza il segretario, candidato al Consiglio regionale nelle elezioni del prossimo 31 maggio, “deve spingerci a creare, subito, senza indulgere a guerre ideologiche, una cintura dove praticare una profilassi incisiva, a partire dall’aratura e dal controllo integrato dell’insetto vettore, che coinvolga attivamente non solo i tecnici ma le popolazioni locali, le associazioni agricole e gli ambientalisti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia Xylella in Capitanata? Piemontese: "Preserviamo gli ulivi con una profilassi incisiva"

FoggiaToday è in caricamento