Fai , Fai e Uila al gruppo Ciccolella: “Salvare i posti di lavoro”

Dichiarato l’immediato stato di agitazione di tutti i siti produttivi del gruppo, Fai, Flai e Uila hanno richiesto un urgente incontro con l’azienda

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

COMUNICATO STAMPA - "Ieri, 21 maggio 2012, la G.C. Partecipazioni Società Agricola srl, azienda floricola del Gruppo Ciccolella, ha formalizzato l’inizio della procedura di riduzione di personale per 242 lavoratori dei 397 presenti nei siti di produzione di Terlizzi e Molfetta in provincia di Bari, Candela in provincia di Foggia e Melfi in provincia di Potenza.

Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil esprimendo forte preoccupazione, giudicano tale decisione sbagliata sia per le gravissime ricadute negative su tante famiglie, sia per il futuro dell’azienda, in una realtà già fortemente compromessa in termini produttivi ed occupazionali.

Questa richiesta di riduzione di personale avviene, per altro, dopo circa 18 mesi nei quali, un serrato confronto tra Organizzazioni Sindacali e Azienda, aveva permesso di affrontare la grave crisi di mercato, con l’obiettivo di favorire il piano di riconversione aziendale, e sostenere i lavoratori e le loro famiglie con l’attivazione di ammortizzatori sociali.

Dichiarato l’immediato stato di agitazione di tutti i siti produttivi del gruppo, Fai, Flai e Uila hanno richiesto un urgente incontro con l’azienda, definito un piano di assemblee con i lavoratori presso i singoli siti produttivi e richiesto un immediato incontro con le istituzioni locali per individuare ogni possibile soluzione di salvaguardia per i lavoratori interessati."

 

Torna su
FoggiaToday è in caricamento