Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia Vieste

Tempi neri per la "Fondazione Turati" di Vieste: 15 dipendenti a rischio licenziamento

Avviata la procedura di riduzione del personale con conseguente licenziamento e messa in mobilità per infermieri, ausiliari, tecnici e impiegati. La battaglia delle organizzazioni sindacali

Tempi duri, anzi durissimi, per la Fondazione Turati di Vieste, che ha dovuto attivare la procedura di riduzione del personale con conseguente licenziamento e messa in mobilità per 15 dipendenti (infermieri, ausiliari, tecnici e impiegati).

La riduzione del personale, che per il momento sta riguardando direttamente le strutture sanitarie che fanno capo alla Fondazione voluta dal compianto senatore Cariglia per offrire alla popolazione di Vieste un luogo di cura in un territorio distante molti chilometri dai centri ospedalieri più avanzati, è la diretta conseguenza della crisi generale che sta investendo la sanità privata in provincia di Foggia con i tagli dei posti letto e dei tetti di spesa.

Sulla questione, le segreterie territoriali di Foggia di Cgil Fp, Cisl Fp, Uil Fpl, con Dalessandro, Cisternino, Giorgione e Ricucci, e i segretari aziendali, hanno detto un ‘No’ deciso ai licenziamenti intimati e si sono offerti di lavorare, in sinergia con la proprietà e le istituzioni, per la ricerca di soluzioni alternative volte a scongiurare la perdita del posto di lavoro per 15 famiglie.

Nel corso dell’esame congiunto si è convenuto sulla sospensione della procedura per 30 giorni, in attesa di una convocazione da parte della Prefettura, della Asl di Foggia e dell’Assessorato alle Politiche della Salute e Welfare della Regione Puglia, alle quali le organizzazioni sindacali si sono già rivolte con una nota del 24 ottobre 2014. “Ma il tempo sta per scadere e siamo sono ancora in attesa che qualcuno si faccia sentire”, concludono. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tempi neri per la "Fondazione Turati" di Vieste: 15 dipendenti a rischio licenziamento

FoggiaToday è in caricamento