Economia Monte Sant'Angelo

Monte Sant'Angelo città open space, la 'buffer zone' si rifà il look: "Sarà più bella e accogliente per i turisti"

“Una grande opera strategica per la sua riqualificazione, per la sua immagine, per la sua promozione. Per offrire, ai pellegrini di tutto il mondo, la migliore accoglienza, come facciamo da più di 1500 anni”

La Regione Puglia ha riconosciuto a Monte Sant’Angelo un finanziamento di 3 milioni di euro per il “miglioramento e riqualificazione dei percorsi di fruizione tra le emergenze architettoniche del sito Unesco” nell’ambito del bando “infrastrutture turistiche”. 278 mila euro la quota di cofinanziamento dell’Ente.

Entusiasta il sindaco d’Arienzo: “Una notizia che ci riempie di orgoglio perché grazie a questo importantissimo finanziamento riusciremo a riqualificare la maggior parte delle piazze del centro storico, cosiddetta “buffer zone” del sito Unesco del santuario”.

“Il progetto è esecutivo quindi ci auguriamo che i lavori possano partire addirittura entro l'anno” - aggiunge l’assessore ai Lavori pubblici, Fusilli. “La riqualificazione di queste infrastrutture turistiche renderà la città dei due siti Unesco più bella e accogliente” rimarca l’assessore al turismo, Palomba.

“Con questo grande intervento andremo a migliorare e ampliare l’area di fruizione turistica attuale a tutto il centro storico con il recupero infrastrutturale del sistema di percorrenze e di slarghi, tutelando l’autenticità del centro stesso, migliorando i sistemi e servizi di accoglienza presenti, decongestionando l’area del Santuario e aggregando in unico network tutti i monumenti del centro stesso, nell’ottica di un turismo che sia pienamente inclusivo e sostenibile” spiega il primo cittadino.

“Questo grande e importante progetto si inserisce nella strategia più ampia di riqualificazione della città avviata negli ultimi anni” precisa Michele Fusilli: “Terminati i lavori di via Reale Basilica, via Garibaldi e corso Vittorio Emanuele, nei pressi quindi del santuario, sono iniziati ora quelli della villa comunale, a breve inizieranno anche quelli di piazza Carlo d’Angiò e quelli da piazza Duca d’Aosta a via Tancredi. Abbiamo immaginato una Monte Sant’Angelo open space. Un luogo dove il lavoro di riqualificazione renderà la città più aperta, bella e accogliente”.

“La strategia progettuale mira a ripristinare le antiche percorrenze che permeano il centro antico e che intercettano poli di attrazione ed emergenze storico-architettoniche, per raggiungere in ultima istanza la basilica e la Grotta dell'Arcangelo, attrezzando nuovi itinerari turistici e andando ad individuare accessi più immediati e segnalati a sud della cinta muraria, in adiacenza alla viabilità carrabile periferica” - spiega l’assessore alla cultura e al turismo, Rosa Palomba, che prosegue - “Restituire ai pellegrini le percorrenze storiche significherà anche ridare vitalità e nuovo impulso all'economia del centro antico nell'ottica di uno sviluppo sociale ed economico che porti ad una destagionalizzazione dei flussi turistici, nell'ottica di un turismo che sia innovativo ed ecosostenibile”. Il progetto, inoltre, prevede anche - “il potenziamento della cartellonistica e di una segnaletica turistica stradale” - annuncia l’assessore Palomba.

In un circuito di piazze e strade, l’intervento vuole connettere vari monumenti ed edifici di valore storico ed architettonico, inglobando interventi di prossima realizzazione nel cuore di Monte Sant’Angelo, nell’ottica di una riqualificazione capillare che interessi il borgo, nel rispetto della storia e della tradizione del luogo.

Rifacimento delle pavimentazioni e delle scalinate, abbattimento delle barriere architettoniche, installazione di nuovi corpi illuminanti e di nuovi elementi di arredo urbano, potenziamento della cartellonistica e di una segnaletica turistica stradale pienamente accessibile sono i lavori che saranno eseguiti.

Nel dettaglio, saranno riqualificate: Largo Roberto il Guiscardo (la piazza antistante il Castello), Via Castello, Via Torre dei Giganti (la scalinata), Via dei Pelagi, Via Rago, Via Cappelletti, Via Cuniperto, Largo Tre Ottoni, Via Adunco, Largo Giano, Largo Dauno, Largo Pilunno, Vico Corto - Piazza del San Salvatore, Via dell’Archetto, Piazza San Francesco, Via Sant’Oronzo, Via San Pio X, Via Gambadoro, Via Raffaele Ciuffreda, Largo Tomba di Rotari, il Sentiero naturalistico della Madonnina e il secondo piano della Villa comunale.

“Una grande opera strategica per la sua riqualificazione, per la sua immagine, per la sua promozione. Per offrire, ai pellegrini di tutto il mondo, la migliore accoglienza, come facciamo da più di 1500 anni” chiosa il sindaco D'Arienzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monte Sant'Angelo città open space, la 'buffer zone' si rifà il look: "Sarà più bella e accogliente per i turisti"

FoggiaToday è in caricamento